Cronaca

Bergamo: 48enne muore per un malore sul Monte Alben

immagine

OLTRE IL COLLE, Bergamo — E’ morto ieri in ospedale Silvio Adobati, il rappresentante farmaceutico di Paladina, colto da un malore durante un’escursione con il figlio sul monte Alben, tra la Val Serina e la Val di Riso.

Il quarantottenne e suo figlio Andrea erano partiti ieri mattina presto per un’escursione sulla vetta della montagna. Avevano lasciato l’auto a Serina e si erano incamminati lungo il sentiero.
 
Secondo quanto raccontato dal ragazzo, a un certo punto l’uomo ha cominciato ha sentirsi male. Credendo fosse colpa della fatica, i due si sono fermati a riprendere fiato. Ma non è servito. Poco dopo, infatti, il quarantottenne si è accasciato.
 
Il figlio ha subito cercato aiuto. Alcuni escursionisti, che stavano percorrendo lo stesso sentiero, si sono fermati a prestare soccorso e hanno prontamente chiamato il 118.
Dopo l’arrivo dell’elisoccorso, i medici hanno cercato di rianimare il paziente, giudicato in gravi condizioni. E’ stato subito trasportato agli Ospedali Riuniti di Bergamo, dove è morto pochi minuti dopo.
 
Padre e figlio si recavano spesso in montagna e Silvio Adobati non aveva mai manifestato segni di cattiva salute. Nella giornata di oggi, verrà effettuata un’autopsia sul corpo dell’uomo per stabilire con precisione la causa della morte, probabilmente un infarto.
 
Greta Consoli
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close