CuriositàTurismo

Soggiorni gratuiti in cambio di libri. L’idea di un borgo molisano

Macchiagodena (IS) è un piccolo borgo dell’Alto Molise, dominato dal massiccio del Matese, che negli ultimi giorni si sta ritagliando uno spazio importante tra trasmissioni TV e testate nazionali. La ragione? Una idea semplice quanto geniale: offrire soggiorni gratuiti in cambio di libri. Una iniziativa che rientra in un più ampio ventaglio di idee messe in campo dall’Amministrazione comunale, puntando sul binomio cultura-turismo.

Macchiagodena, sede nazionale dei Borghi della Lettura

Nel mese di dicembre 2020 nel Castello Longobardo del paese, sede nazionale dei Borghi della Lettura, hanno fatto ad esempio la loro comparsa 7 panchine letterarie, a forma di libro, dedicate a vari autori, da Dante a Gianni Rodari e nomi della tradizione locale, nonché alla Costituzione Italiana. Nel mese di febbraio 2021 è stata invece avviata la prima edizione del premio letterario “Genius Loci”, una selezione di opere che vedono come tema il Molise e/o la valorizzazione dei piccoli borghi. A fine marzo è stato presentato un ulteriore progetto letterario dal titolo “La Divina Commedia in 100 borghi”. Un recital itinerante ideato dall’Artista Matteo Fratarcangeli in omaggio ai 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, prodotto dall’Associazione Culturale “Il Tempo Nostro” con la collaborazione del Comune di Macchiagodena in qualità di partner organizzativo, che vedrà l’artista portare un canto diverso in un borgo diverso dal 28 aprile al 5 agosto 2021.

“Genius loci, portami un libro e ti regalo l’anima”

Il progetto che prevede soggiorni in cambio di libri, dal titolo “Genius loci, portami un libro e ti regalo l’anima” prenderà il via nel mese di giugno. Dettagli saranno forniti nelle prossime settimane, ma una prima panoramica è stata fornita dal Sindaco Felice Ciccone, ospite nei giorni scorsi del programma di Rai 2 “Sì, viaggiare”.

Il Sindaco ha spiegato in tale occasione che il progetto “prevede la concessione di una vacanza gratuita presso una nostra struttura turistica per tutti quelli che decidono di venire a Macchiagodena e di portare con loro un libro. Vogliamo mettere a disposizione dei turisti di tutta Italia la possibilità di trascorrere nel nostro territorio alcuni giorni di vacanza gratuiti se accompagnano questa loro permanenza di piacere con un libro. Il libro, che normalmente viene scelto per andare in vacanza, in questa occasione si fa promotore del soggiorno stesso; è il libro che indirizza in quale località andare. Chi desidera venire a Macchiagodena deve, poi, depositare il libro nella nostra Piazzetta della Lettura. Il visitatore deve dirci perché ha scelto quel libro, perché ha preferito la nostra comunità. Tutte quante queste esperienze scritte e narrate, a loro volta, confluiranno in una raccolta che riepiloga e racconta il progetto stesso.”

“Il nostro intento è da sempre quello di promuovere il borgo tramite la cultura – ha aggiunto l’assessora comunale alla cultura, Luciana Ruscitto – . Abbiamo aderito ai Borghi della Lettura nel 2015, un network che comprende 14 regioni e abbraccia 60 comuni, e ne siamo divenuti sede nazionale attraverso il nostro castello. Da qui la promozione è partita grazie a una serie di iniziative: presentazioni di libri, convegni culturali, allestimento delle nostre piazzette con librerie all’aperto.”

Qualche anticipazione sulle modalità di gestione dei soggiorni viene intanto fornito dal quotidiano Repubblica, che parla di stanze messe a disposizione in bed and breakfast e agriturismi grazie a un accordo tra Comune e operatori locali. Sarà necessario contattare l’amministrazione comunale per farsi indicare posti e date disponibili. In base alle disponibilità, potrebbe essere possibile anche il pernotto per più giorni.

Obiettivo è portare sul territorio turisti, non solo per far loro scoprire un angolo del Molise poco noto, ma anche per dare un supporto all’economia locale.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Nel mio comune sui 10mila abitanti, i libri anche di un certo valore sia di prezzo che di contenuto, non li accetta nemmeno la biblioteca comunale, che preferisce acquisti di libri di moda dalla vita breve. Neppure accettati da biblioteche di istituti scolastici. Dopo aver .regalato alcuni vecchi libri di scuola Media e Superiore…arriva la telefonata “Ma su questi libri si capisce tutto e meglio..sul mio adottato tante inesattezze, spiegazione approssimativa, solo bellel foto e disegni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close