News

Climb and Clean: Della Bordella e Faletti raccolgono 4500 kg di rifiuti

Matteo Della Bordella e Massimo Faletti sono partiti venerdì mattina in treno per la Sicilia, dopo aver completato i lavori di pulizia della falesia Forti di Civezzano, a pochi chilometri da Trento. “45 quintali di spazzatura” commenta Faletti.

La maggior parte dei materiali non è stata raccolta in falesia, sintomo che i climbers hanno a cuore la salute del territorio, ma nei prati tra a falesia e la strada. Hanno trovato di tutto: copertoni, sanitari, tostapane, pannolini, bottiglie di plastica, vetro, i più svariati contenitori di latta, televisori. “Abbiamo trovato anche dei sacconi pieni di foglie, il paradosso”.

“Non riesco davvero a capire il perché” dice Faletti, da anni impegnato in campagne di pulizia delle aree naturali trentine. “Non ha senso. Con questa noncuranza si sprecano le nostre risorse naturali e si danneggia l’ambiente. Non riesco a capire cosa si ottiene in cambio gettando la spazzatura sul bordo della strada”.

In questi primi giorni, nel rispetto delle normative per il contenimento della pandemia da Coronavirus, ai due scalatori si sono uniti una decina di volontari provenienti dalle aree limitrofe. Tutti si sono spesi per dare una mano nella pulizia di prati e boschi attorno alla falesia. “La falesia è fantastica, oltre un chilometro di parete con vie adatte a tutti. Si spazia dal 4c al 7c+”. Qui si arriva con la pista ciclabile, in modo sostenibile, è sicuramente più piacevole farlo attraverso un ambiente pulito, che possa respirare liberamente. “La speranza per il futuro – conclude Faletti – è quella di coinvolgere sempre più persone nelle attività di pulizia, magari con progetti su scala nazionale”.

Con l’arrivo in Sicilia inizia una seconda tappa del progetto “Climb and Clean”, che li vedrà impegnati nella pulizia di alcune falesie nelle zone di Buccheri (Siracusa) e Trapani.

Tags

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Faletti è il solito sbruffone che non perde occasione per farsi notare e siccome di suo non ha un immagine è costretto a chiamare Della Bordella a prestarsi per questo teatrino, ditemi che da Trento a San Vito lo capo non ci sono altri posti da ripulire…
    Dite più tosto che vi state mettendo in mostra per i corsi di arrampicata che state organizzando, e viste le location dove vengono eseguite le farse mi sembra strano che nessuno l’abbia notato…
    Spiace che montagna TV si presti a queste pubblicità sottopelle

    1. Non è questione di prestarsi, mi sembra che per fare il capo spedizione per i Ragni al K2, credo nell’ormai lontano 1996, Gustì sia stato ammesso nel Gruppo Ragni di Lecco e ora Della Bordella sia il presidente.

  2. quello che non capisco è perchè buttare spazzatura nel bosco quando paghiamo perchè vengano a casa nostra a prenderla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close