AmbienteGreen

“Treorecchie”, una volpe speciale tra le nevi d’Appennino

Nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise si aggira una volpe particolare. Così particolare da essere diventata una star del web nel marzo 2019. Il suo soprannome, “Treorecchie”, ne descrive la caratteristica che la rende speciale. Il suo orecchio sinistro presenta infatti un taglio che lo fa apparire doppio. A immortalarla nel video divenuto virale lo scorso anno – che vi mostriamo a fondo dell’articolo – è stato Pietro Santucci, accompagnatore di media montagna, educatore ambientale e fotografo naturalista.

Treorecchie era apparsa per la prima volta con il suo pelo ramato tra le nevi abruzzesi, ammaliando gli occhi di Santucci, 6 anni fa, nei pressi del rifugio alle pendici del Monte Meta di cui all’epoca era gestore. L’esemplare, maschio, aveva circa 2 anni e spesso si avvicinava al rifugio in cerca di cibo. Che, come sottolineato da Santucci in una intervista rilasciata nel 2019 alla redazione de Il Capoluogo, non le è mai stato concesso. “Ma non si stancava mai di venirci a trovare”. 

La scaltra volpe risulta estremamente socievole, al punto da mettersi in posa ogni qualvolta si renda conto di essere oggetto di attenzioni da parte di umani dotati di fotocamera. Comportamento che ha manifestato anche pochi giorni fa, nelle Festività natalizie, quando ha incontrato nuovamente il suo amico su due zampe Pietro.

Treorecchie ha scelto l’area boschiva nei pressi del sentiero che conduce al rifugio per la sua tana, e anno dopo anno continua ad andare alla perenne ricerca di cibo non appena veda escursionisti nei dintorni. L’invito che anche quest’anno, nel diffondere sui social le bellissime immagini della volpe, Pietro Santucci tiene a fare alla collettività è di non offrirle cibo. A Treorecchie come a tutti gli animali selvatici.

Il video di Treorecchie

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Non dare cibo… Questo continuamente ci dicono gli ‘esperti’. Se fossi un selvatico e facessi fatica a trovare qualcosa da mangiare, sarei felice che qualche anima buona mi aiutasse. Ho dei cani ‘da caccia’, dormono sul divano, ma quando siamo nel bosco i selvatici li inseguono comunque e una di loro ne ha anche catturato qualcuno, purtroppo. L’istinto non lo perdono di sicuro! Sono cavolate non aiutarli! Anche perché, quelli che resistono al bracconaggio o alla ‘caccia di selezione’ LO MERITANO!
    Grazie per le belle immagini di uno degli animali selvatici più belli e simpatici qual’e’ la volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close