Arrampicata

In falesia prenotando online per evitare affollamenti

Dopo intensi lavori di messa in sicurezza e pulizia la falesia dimenticata è tornata al suo antico splendore. Da un paio d’anni gli scalatori sono tornati a vivere questo particolare spazio roccioso localizzato nel comune di San Lorenzo Dorsino, in Trentino. Il progetto, portato avanti dall’associazione Dolomiti Open, ha sempre avuto alla base la tutela dell’ambiente e della natura. Per questo alla falesia si accede tramite un piccolo cancelletto. Un simbolo che aiuta a comprendere il rispetto dovuto al luogo, perché “quando apri una porta è come se entrassi a casa tua”.

Dallo scorso giugno, per tutelare ulteriormente questo piccolo angolo di natura, è stato introdotto un sistema di prenotazione gratuito. Uno strumento d’aiuto per autogestire l’afflusso alla falesia evitando affollamenti e saturazione dell’area. “Anche un luogo all’aperto affollato può creare inconvenienti ed è per questo che prenotando la tua entrata troverai un equilibrio fra persone e spazio sui tiri di corda scrivono i promotori per presentare l’iniziativa. “Questo esperimento si basa sulla reciproca fiducia e sul rispetto delle regole da parte di tutti e non vuole essere una limitazione, ma un’opportunità per creare un rapporto armonico fra ambiente e persone.

La prenotazione è facile e veloce, è sufficiente andare sul sito di Dolomiti Open per trovare il link all’applicazione gratuita. Una bella iniziativa, non solo per questi mesi in cui tutti siamo più attenti a causa della pandemia da Coronavirus ma anche per il futuro. Prenotarsi e non affollare un ambiente naturale consente di mantenere in equilibro luogo e persone, oltre a evitare spiacevoli sovrapposizioni in sosta.

Tags

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Ecco aperta un alra strada per far pagare prima o poi un biglietto d’entrata nelle falesie magari accompagnati da una guida ma per favore ………

    1. Va così !
      E se aumenteranno gli “scalatori” potranno aumentare i “professionisti”…. e i soccorritori.
      E’ sempre così quando le masse si muovono.

  2. Un bel gesto per affrontare seriamente il tema della sostenibilità. A chi si lamenta di possibili costi… I costi per gestire una falesia ci sono, un giorno anche noi climber dovremmo fare i conti col fatto che sarebbe onesto contribuirvi tutti insieme.

  3. In quelle di plastica a seconda della bellezza dell’offerta i prezzi vanno da 5 a 25 euro a persona.
    Non è male come sistema per vivere.
    Basterebbe una leggina e tutto diventerebbe garantito a pagamento.(mi sembra sia in corso).
    Alla maggioranza delle persone andrebbe benissimo, si sentirebbero sicuri e potrebbero scalare senza pensieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close