News

UNA Festival. Uomo, natura e arte si incontrano nelle aree protette

Edizione zero al via tra Parco della Val Grande, del Monviso e delle Dolomiti Bellunesi

Il Parco Nazionale della Val Grande, il Parco del Monviso e il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi ospiteranno questa estate l’edizione zero della rassegna “UNA Festival, il respiro dei parchi d’Italia”. Iniziativa che prenderà il via il prossimo 27 agosto a Ostana (CN).

L’idea del festival UNA, acronimo di Uomo, Natura e Arte, è nata nei mesi del lockdown. Un periodo al termine del quale ciascuno di noi ha sentito e sente la necessità di rigenerarsi. E quale luogo migliore per ritrovare benessere ed equilibrio se non un’area protetta? Ancor meglio se i Parchi sono tre. Si tratta di un progetto ambizioso, che sfida una estate estremamente complicata per gli eventi pubblici. Ospiti della giornata di apertura saranno il cantautore Brunori Sas, il poeta “paesologo” Franco Arminio e la ricercatrice del CNR Elisa Palazzi. Un mix di musica d’autore, poesia, paesi e ambiente, a rappresentare i tre tasselli fondamentali del Festival.

Il respiro dei Parchi

II termine “respiro” che compare nel manifesto dell’iniziativa assume dunque molteplici significati. Lo si può legare ai Parchi, in quanto polmoni verdi del Paese. Ma anche a coloro che nelle aree protette possono trovare l’ambiente giusto per rigenerarsi, ricongiungendosi ad ogni boccata di aria buona con se stessi e la natura. Obiettivo del Festival è di rendere tale rigenerazione un momento collettivo. Ogni incontro in programma nasce come step verso una rinascita collettiva, consapevole e responsabile. Saranno tante le attività culturali, artistiche, ricreative e motorie messe in campo, in cui sentirsi insieme “parte di UNA sola grande famiglia che chiama Terra la sua casa”, come sintetizzato dagli organizzatori.

Pronti al via il 27 agosto 2020

L’evento del 27 agosto (in caso di maltempo rinviato al giorno successivo), in programma dalle ore 12.30 a Pian del Serre (CN), prevede l’esibizione in un live acustico del cantautore e musicista Brunori Sas. A seguire un intervento del poeta e paesologo Franco Arminio e una lectio magistralis della ricercatrice dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Elisa Palazzi, dal titolo “Riscaldamento globale ed effetti sugli ecosistemi montani”.

Pian del Serre è raggiungibile con una camminata di circa un’ora, partendo da Ostana. Sarà previsto anche un servizio navetta dal paese, su prenotazione e a pagamento. Sono consigliati abbigliamento da montagna e carpooling. Per chi non potrà partecipare di persona si assicura la fruibilità online dell’evento. Proposito dell’organizzazione è inoltre la realizzazione di un docufilm che racconterà highlights, dietro le quinte e interviste ai protagonisti e agli ideatori del Festival.

Eventi outdoor ecosostenibili

Dopo la prima data del 27 agosto, i tre Parchi hanno in programma una serie di eventi outdoor a basso impatto ambientale, che si svolgeranno in luoghi simbolici, particolarmente suggestivi e rappresentativi di ogni realtà territoriale. Musica, narrazione, poesia, informazione ambientale, attività multisensoriali legate al benessere e all’alimentazione corretta, i temi toccati dal calendario di UNA Festival. Tutti gli eventi saranno soggetti alle necessarie restrizioni e disposizioni sanitarie. I dettagli delle singole date saranno online a breve sul sito ufficiale di UNA Festival all’indirizzo www.unafestival.it e sui canali social del Festival.

UNA Festival è organizzato e sostenuto da Parco Nazionale della Val Grande, Parco del Monviso e Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi e dall’agenzia Ponderosa Music&Art, con partnership di Club Alpino Italiano, Federparchi, UNCEM, Fondazione Montagne Italia, Scuola APM Saluzzo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close