News

Vacanze: sarà un’estate salata anche in montagna

immagine
ROMA — Parafrasando Gino Paoli, il sapore "salato" del mare quest’anno raggiungerà anche chi andrà in montagna. Vacanze più care per le famiglie italiane rispetto alla scorsa estate: più 5 per cento in montagna, addirittura più 9 per cento al mare. Lo dice una ricerca dell’Associazione di difesa dei diritti dei consumatori.

 
Secondo l’indagine, che ha preso in esame le principali località di mare e montagna italiane, i rincari saranno consistenti. La ricerca prende come campione una famiglia di quattro persone che viaggia in automobile, e tiene in cosiderazione spese di viaggio, costi e servizi alberghieri, e spese "extra"(sport, bibite ai bar, divertimento notturno).
 

Per quanto riguarda il mare, il maggior aumento dei prezzi è da registrare nei divertimenti in spiaggia (più 17 per cento). Mentre per la montagna, i prezzi per gli alimentari extra (bibite, gelati, snack) avranno un rialzo addirittura del 29 per cento.

 
 

Al termine di una settimana di vacanza in montagna, la famiglia tipo avrà speso in media 2.740,5 euro (più 5 per cento rispetto al 2005).

 
 

Ecco l’andamento dei prezzi previsto da Federconsumatori per una settimana in montagna (spese di trasporto andata e ritorno). 

 
 
 
 
 
pieno benzina +8%
pedaggio autostrada +9%
sosta autogrill +10%
albergo +3%
escursioni +10%
sport e divertimenti +17%
extra (bibite, gelati, snack) +29%
ristorante +18%
pub +6%
TOTALE +5%
 
 
Marco Chiodi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close