Libri

Enrico Camanni torna al giallo. Esce la quarta avventura di Nanni Settembrini

Incontrare Enrico Camanni nella collana “Il giallo Mondadori” può stupire, ma anche appassionare. Noi che siamo abituati a ricercarlo tra gli scaffali dedicati alla montagna questa volta dovremo cambiare settore.

In realtà Enrico non è nuovo a queste narrazioni. Già in passato l’alpinista e storico piemontese ha dedicato parte della sua attività al racconto delle avventure di Nanni Settembrini. Guida e soccorritore del Monte Bianco, con origini torinesi, Settembrini è il personaggio a cui Camanni da vita nelle pagine dei suoi volumi. Ha una personalità complessa che lo porta a vivere avventure uniche, a districarsi in un difficile rebus che va oltre l’attività montana della guida. Nei testi si incontrano le descrizioni di chi sa come muoversi in montagna e come narrare le terre alte, ma anche quella suspense tipica del romanzo giallo.

In La sciatrice Camanni ci ha presentato per la prima volta Nanni Settembrini (Cda&Vivalda, 2006), qui il soccorritore era impegnato nella ricerca di una donna dispersa sul Toula; nel 2008 ci ha poi portati sulle tracce di tre alpinisti dispersi in estate sul Monte Bianco con L’ultima Camel blu (Cda&Vivalda, 2008). L’ultimo capitolo, prima di questo in uscita, risale al 2011 e guida i lettori attraverso il fragile calcare dolomitico della Civetta grazie a Il ragazzo che era in lui.

Dopo nove anni Settembrini ritorna in libreria con Una coperta di neve (Mondadori, 2020). Enrico si è preso un anno per scriverlo e ora, finalmente, è pronto. Parla di una valanga, di una corda e di una donna sepolta sotto la neve, senza memoria. Pare un soccorso come tanti, ma nasconde un intreccio di vite graffiate da dolori, ansie e rincorse. E poi c’è la speranza, altrimenti finisce tutto. Esce il libreria il 5 maggio.

Sinossi

Molti credono che sia soffice e bianca, ma quando si è sommersi sotto di lei, la neve è nera come la notte. Lo sa bene Nanni Settembrini, guida e capo del Soccorso alpino, che anno dopo anno delle valanghe ha imparato un’unica cosa: sono un capriccio di neve senza spiegazione, ed evitarle è questione di secondi. Sembra confermarlo anche la telefonata che Settembrini riceve il primo giorno d’estate: dal monte Bianco si è staccato un seracco, e gli alpinisti scampati alla morte sostengono che altri non sono stati altrettanto fortunati. Settembrini e la sua squadra trovano effettivamente una donna sepolta e viva per miracolo, ma c’è un dettaglio inquietante: la sopravvissuta ha una corda legata in vita e all’altro capo della fune non c’è nessuno. Che cosa è successo? Quali segreti ha trascinato con sé la slavina? Purtroppo, la donna esce dal coma senza alcun ricordo di sé e di cosa l’ha portata lì: tocca a Settembrini cercare le risposte e svelare il mistero sepolto sotto la muta coperta di neve.

Titolo: Una coperta di neve
Autore: Enrico Camanni
Editore: Mondadori
Pagine: 296
Prezzo: 16 €

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close