News

Scatta il piano per fermare la frana di Lovere

immagine

BERGAMO — Le prime crepe sono state registrate nel 2001. Poi, con il passare degli anni, la situazione è davvero precipitata. Tanto che nel 2004 la situazione si è fatta davvero insostenibile. Obbligando le autorità a correre ai ripari. Stiamo parlando della frana che da qualche tempo minaccia Trello, una frazione di Lovere, nel Bergamasco. 

Gli enti locali sono corsi ai ripari con un progetto che prevede trincee e micropali in grado di far fronte, dicono, allo scivolamento dei versanti. Il piano elaborato da un gruppo di tecnici incaricati dal Comune è stato presentato ieri. Il ministero dell’Ambiente e la Regione lo hanno sostenuto con 3.745.000 euro.
 
La soluzione per arginare le fessure prevede 10 chilometri di micropalificazioni per rinforzare il terreno. Mentre saranno costruite delle trincee drenanti per scaricare le acque di superficie nelle condutture comunali.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close