CuriositàNews

3 suggerimenti per viaggiare lontano con Google Earth e Street View

Restare a casa è la regola, entrata per il bene collettivo nella nostra quotidianità, che al momento ci impedisce di viaggiare. Fortunatamente la tecnologia è in grado di fornirci una via di uscita. La scorsa settimana abbiamo scoperto insieme quali e quanti sentieri e cammini italiani siano fruibili da remoto tramite Google Street View. Questa settimana andiamo lontano, superiamo i confini nazionali per affrontare tre viaggi virtuali con Google Earth e Street View.

USA: Tour dei Parchi Nazionali

Con Google Earth è possibile fare un tour virtuale toccando 31 dei Parchi Nazionali statunitensi, tra cui Yosemite, Yellowstone, Grand Canyon, Mount Rainier, Denali, Joshua Tree, Death Valley. E ancora il Glacier National Park e il Parco Nazionale delle Montagne Rocciose. A partire dalla home di Google Earth basta cliccare sul simbolo di ricerca e inserire la dicitura “Parchi nazionali degli Stati Uniti”. Buon tour!

Sul Tetto del Mondo

Con Google Street View possiamo invece realizzare un sogno condiviso, senza preoccuparci di allenamento adeguato né acclimatazione: raggiungere il campo base dell’Everest. “Ispirati dal loro amore per le montagne, quattro Googler hanno deciso di viaggiare fino al campo base dell’Everest nel 2011 – si legge nella descrizione del virtual tour, accessibile da Google Maps – . Prima di partire hanno imparato a catturare immagini del viaggio per Google Maps con un treppiede e una macchina fotografica per rendere le foto disponibili a chiunque su Google Maps. Hanno quindi impacchettato macchine fotografiche, treppiedi, lenti panoramiche, caricatori a pannelli fotovoltaici e laptop e sono saliti su un aereo alla volta del Nepal.

La salita fino al campo base dell’Everest è stata un’avventura lunga 12 giorni in cui hanno sconfitto il mal di montagna, un terremoto, frane, tormente di neve e inondazioni per raggiungere la loro destinazione e scattare queste immagini. Con le apparecchiature normalmente utilizzate nel programma Business Photos, hanno catturato moltissime foto panoramiche negli accampamenti principali e in altre soste interessanti lungo il cammino, tra cui un monastero buddista. Il gruppo di intrepidi ha percorso a piedi quasi 150 km (in circa 50 ore) raggiungendo un’altitudine di 5540 metri (un punto più alto rispetto a qualsiasi cima europea). Grazie ai loro sforzi e alle indicazioni della guida Bhuwan Karki di Adventure Treks Nepal, queste immagini mozzafiato sono ora disponibili in Street View”. Buon trek!

Esplorazione su Marte

Una opzione per chi non si accontenta e vuole esplorare i luoghi e le montagne più remote. Anzi una doppia opzione. La prima è fornita da Google Earth e si chiama “Marte sulla terra” (dicitura da inserire nella sezione ricerche, come nel caso dei Parchi USA). Un viaggio virtuale che non vi porterà propriamente sul Pianeta Rosso ma sull’isola di Devon, uno dei luoghi del nostro pianeta più simili a Marte, la più grande isola disabitata al Mondo, nell’arcipelago artico canadese.

La seconda opzione ci porta invece realmente su Marte. La NASA infatti, in partnership con Google, ha realizzato una replica 3D perfetta della superficie marziana, a partire dalle registrazioni fornite nell’arco di 5 anni da un climber speciale, il rover Curiosity. Per iniziare il tour a 360° tocca trasferirsi (restando comodamente seduti) da Google Earth al sito di “Access mars”. Buona esplorazione!

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close