News

Torna “Sicuri con la neve”. Giornata nazionale di prevenzione degli incidenti invernali in montagna

Torna il prossimo 19 gennaio l’appuntamento con “Sicuri con la neve”, la giornata nazionale di prevenzione degli incidenti in ambiente montano tipici della stagione invernale, promossa nell’ambito del progetto “Sicuri in Montagna”.

Una domenica ricca di iniziative, a cura di Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Club Alpino Italiano con il Servizio Valanghe Italiano, Scuole d’Alpinismo e Scialpinismo, Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Società Alpinistica F.A.L.C., Enti e Amministrazioni. Obiettivo congiunto: sensibilizzare esperti e appassionati ai maggiori rischi della montagna nella sua veste invernale. Valanghe, scivolate su ghiaccio, ipotermia alcuni tra i temi d’interesse della giornata..

La montagna in inverno: conoscere per prevenire

Nelle edizioni passate delle giornate di “Sicuri con la neve” è stata evidenziata una significativa carenza da parte dei partecipanti in termini di preparazione personale, valutazione del rischio e dell’utilizzo dell’attrezzatura di auto soccorso. Conoscenze che ridurrebbero per certo il crescente numero di incidenti che si verificano in ambiente montano nel corso di ogni stagione invernale. Non solo in ambito alpinistico e scialpinistico ma anche a carico di appassionati di ciaspole ed escursioni su neve fresca.

Risulta pertanto fondamentale accrescere la consapevolezza personale dei fruitori della montagna, accanto a un indispensabile bagaglio tecnico.

I rischi di una montagna destagionalizzata

Come sottolineato dal responsabile della giornata di prevenzione, Elio Guastalli, “insieme ai cambiamenti climatici che, di anno in anno, creano sorprese e incertezze sulle variazioni stagionali, da tempo si pretende di ‘destagionalizzare la montagna’ proponendo attività praticabili lungo tutto il corso dell’anno. L’escursionismo, con scarponi d’estate e con le ciaspole d’inverno, ne è un esempio. La montagna invernale rivela dei rischi peculiari che vanno valutati con attenzione e competenza. Sia per gli scialpinisti e per chi ama sciare in neve fresca, sia per chi fa escursioni con le ciaspole.

Un’osservazione che frequentemente condividiamo è la necessità, almeno nelle aspettative, di proporre iniziative di prevenzione in ragionevole anticipo alle stagioni. Per questo motivo la giornata Sicuri con la Neve si organizza ogni anno la terza domenica di gennaio con la speranza di precedere la stagione invernale e scialpinistica vera e propria.

Non è solo il rischio valanga che ci preoccupa. Di incidenti da valanga si parla molto, forse perché le valanghe fanno fragore. Noi vogliamo alzare l’attenzione anche per gli incidenti su cascate di ghiaccio. Per i problemi legati all’ipotermia. Per le scivolate su terreno ghiacciato perché, numericamente parlando, queste ultime casistiche sono più preoccupanti delle valanghe.

Proporre momenti di riflessione sulle valutazioni ambientali, sulle dinamiche di gruppo, sui comportamenti, sui limiti personali e sulle capacità di rinuncia è importante perché la prevenzione è e rimarrà un fatto primario di cultura. Parlare e far parlare, con il coinvolgimento più ampio di persone ed organizzazioni che amano la montagna, è l’obiettivo principale perché la prevenzione, se pur in termini generici, è prima di tutto un fatto di informazione”.

Appuntamento il 19 gennaio 2020

Tante le località lungo lo Stivale che domenica 19 gennaio ospiteranno iniziative pubbliche. Momenti di coinvolgimento aperti a tutti coloro che vogliano ricevere informazioni o approfondire le proprie conoscenze sui rischi della montagna invernale. Con possibilità di imparare ad affrontare le attività outdoor in ragionevole sicurezza, anche mediante prove pratiche e dimostrative.

Molteplici le attività promosse:

  • Convegni, aperti al pubblico senza necessità di iscrizione, focalizzati sul tema della sicurezza e delle problematiche della frequentazione invernale dell’ambiente montano.
  • Stand informativi-dimostrativi, in cui poter ricevere informazioni e assistere a dimostrazioni di ricerca e autosoccorso in valanga. Di regola senza necessità di iscrizione.
  • Presidio dei Percorsi, con l’osservazione dei percorsi scialpinistici ed escursionistici da parte di Tecnici e Istruttori, con la diffusione di utili consigli e la raccolta di dati statistici. Non è prevista iscrizione.
  • Campo Neve Organizzato, ricco di momenti dimostrativi e didattici. Di regola questo evento prevede l’iscrizione.

La lista completa delle località e delle iniziative in programma è reperibile sui siti web di riferimento, quali Sicuri in Montagna, CAI, CNSAS, Servizio valanghe italiano e Falc.net.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close