Arrampicata

Stefano Ghisolfi sale “Stoking the Fire” a Santa Linya. È il suo quinto 9b

Il 28 dicembre scorso Stefano Ghisolfi ha salito “Stoking the Fire”, 9b nella grotta di Santa Linya in Spagna. Una via di arrampicata sportiva ostile, chiodata da Tomas Mrazek nel 2003 e liberata dieci anni più tardi da Chris Sharma. “La mia è stata la quinta salita – scrive Ghisolfi – dopo Chris Sharma, Adam Ondra, Jakob Schubert e Sachi Amma”.

Una salita a prese umide

Stefano è salito in parete con grande convinzione, nonostante le evidenti prese bagnate. “Sto lottando un sacco con l’umidità e la nebbia qui. Non ho mai visto la grotta così umida e ogni giorno è più dura trovare motivazione”, raccontava qualche giorno fa, dopo aver affrontato alcune sezioni difficili, costretto poi a fermarsi proprio per l’estrema umidità della roccia.

Due le possibilità da affrontare: attendere che la parete si asciugasse o tentare il tutto per tutto. “È possibile salire un 9b con le prese umide?”. A quanto pare sì.

Un quinto 9b

Con “Stoking the Fire” i 9b di Ghisolfi salgono a quota 5. Con l’aggiunta del 9b+ di “Perfecto Mundo”, a Margalef. Ma a quanto pare in queste vacanze spagnole di fine anno non ha intenzione di riposarsi.

“Abbiamo ancora vari giorni da trascorrere qui. Oggi ho notato la versione diretta di Stoking the Fire, che aggiunge una parte complessa al termine (probabilmente una parte 9a al posto dell’uscita 8b+, in ogni caso la più dura della Stoking). Non ho capito nulla dei movimenti ma pare che possa essere il mio prossimo super progetto”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close