News

Lecco. Dopo le Gamma chiude anche la ferrata del Medale

Dopo l’annuncio dello scorso luglio della chiusura delle ferrate Gamma 1 sul Pizzo d’Erna e della Gamma 2 sul Resegone, giunge dal lecchese, a pochi giorni dalla fine dell’anno, la notizia dell’imminente chiusura anche della ferrata del Monte Medale.

Necessità di adattamento alle nuove linee guida

La Gamma 1, che sale sul Picco d’Erna, era stata chiusa a causa della scadenza della certificazione alla libera percorrenza. Sarà riaperta una volta messa in regola secondo le nuove linee guida emanate dal Collegio Nazionale Guide Alpine per la Lombardia. La Gamma 2 era stata dichiarata interdetta fino a data da destinarsi.

Esattamente come per le Gamma, anche la Medale di Lecco va messa a norma secondo le medesime linee guida. “Troppo grande la responsabilità in caso di infortuni, pertanto il Gruppo nell’ultimo consiglio dell’anno, ha deciso di chiuderla temporaneamente”, dichiarano gli Alpini Monte Medale di Rancio e Laorca.

La decisione di chiudere anche l’accesso alla ferrata del Medale, con apposizione entro fine anno di cartelli all’inizio e al termine della ferrata che ne vietano l’accesso, viene definita dal Gruppo “sofferta ma dovuta”.

Con l’introduzione dei cartelli di divieto, gli Alpini declinano ogni responsabilità in caso di incidenti.

“Abbiamo già avviato tutte le procedure e contiamo presto di intervenire e restituire alla città uno dei suoi simboli alpinistici conosciuti in tutto il mondo”, aggiungono.  “I lavori sono di rilevante entità ed il gruppo si sta attivando alla ricerca di sponsor ed iniziative per raccogliere fondi. Certi, convinti e volenterosi di voler restituire un patrimonio”.

 

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Se la responsabilita’ arriva a mettere in ballo il patrimonio personale dei rappresentanti(Segretari, Presidenti di club o associazioni pro loco, Rifugisti Guide , Assessori comunali, Sindaci) di associazioni..scattano chiusure e ispezioni con certificati..e neppure stanno tranquilli..denunce in agguato anche per guasti improvvisi delle corde e degli infissi che possono avvenire anche il giono dopo un controllo.Dopo la proliferazione di ferrate, temo si arrivera’alla chiusura ufficiale con tanto di cartelli ” Divieto. Chi percorre lo fa a suo rischio e pericolo e tutte spese eventuali a suo carico.”
    Assicurazioni a ruota che aumentano tariffe o eliminano il rischio di specifica attivita’ dalla polizza.
    Forse eradicazione di tratti iniziale e finale per dissuadere i non aventi” attrezzature e formazione alpinistica.”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close