Arrampicata

Edu Marin pronto a liberare “The Clinic”, un folle 9a+ in Cina

Il climber spagnolo Edu Marin ha appena attrezzato una “incredibile e folle via” in una grotta della Cina che potrebbe diventare la prima via di arrampicata sportiva gradata 9a+ del paese asiatico.

In terra cinese lo avevamo già visto all’opera nell’aprile 2018, quando in 40 giorni era riuscito ad attrezzare “Valhalla”, un multipitch con grado massimo 9a+. 380 metri che corrono in gran parte sul tetto roccioso della Chuanshang Cave nella Getu Valley. Via liberata poi nel marzo 2019.

Un 9a+ nella grotta di Quzhou

Quest’anno la grotta prescelta per un nuovo ambizioso progetto è quella di Quzhou. È partito all’avventura Edu, senza saper bene cosa avrebbe trovato nella grotta. In una intervista rilasciata alla rivista spagnola Desnivel ha dichiarato di essere partito con l’idea di “esplorarla e cercare qualcosa di difficile”. Per difficile si intende aprire un 9a+.

E ci è riuscito. Ha scovato un “percorso sportivo unico nel suo stile e perfetto, su una parete che è come una groviera piena di buchi piatti”. E si è letteralmente innamorato.

La via è stata ribattezza “The Clinic” e al momento è totalmente attrezzata e in attesa che qualcuno la liberi. E Edu ha tutta l’intenzione di essere lui quel qualcuno. Si è infatti ripromesso di restare in Cina finchè non l’avrà liberata.

Perché “The Clinic”?

“Perché essere qui è come essere in una clinica – spiega nella medesima intervista il climber di Barcellona. Il trovarsi solo, in un posto isolato, focalizzato solo su un obiettivo che è quello dell’arrampicare, senza persone intorno, né divertimenti alternativi, gli ha fatto venire in mente un paragone ospedaliero.

Clinica anche perché il lavoro svolto in parete, per un mese intero, è stato salutare. Si tratta di un percorso che necessita di impegno fisico e psichico. 25 metri con una sola sosta, in cui non si possono avere distrazioni da se stessi e dalla roccia su cui ci si sta spostando.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close