News

Consegnati 6 nuovi defibrillatori ai Comuni ai piedi del Gran Sasso

Il 10 ottobre sei nuovi defibrillatori sono stati consegnati ai Comuni della Valle Siciliana, ai piedi del Gran Sasso d’Italia, nell’ambito del progetto “Per una montagna defibrillata”, nato da una idea dell’associazione “Genius Loci” di Isola del Gran Sasso.

La cerimonia di consegna si è svolta presso la sede del Consorzio Bim, alla presenza dei sindaci dei Comuni di Castel Castagna, Rosanna De Antoniis, Castelli, Rinaldo Seca, Colledara, Manuele Tiberii, Tossicia, Emanuela Rispoli, Isola del Gran Sasso, Roberto Di Marco, insieme al presidente del Bim, Gabriele Minosse, e a Lorella Di Giuseppe, Cinzia Pietrofaccia ed Emiliano Carginari dell’associazione “Genius Loci”.

Il progetto “Per una montagna defibrillata”

“Per una montagna defibrillata” è un progetto nato nel 2016 allo scopo di portare nella Valle Siciliana un numero sufficiente di dispositivi salvavita tali da assicurare una copertura completa del territorio.

È stato avviato con il supporto della Croce Bianca di Isola del Gran Sasso insieme al cardiologo Giancarlo Speca. A quest’ultimo va anche il merito di aver coordinato le attività di formazione cittadine per insegnare a tutti ad utilizzare le strumentazioni.

Sei defibrillatori corredati di elettrodi pediatrici, kit e borsa di trasporto sono stati già installati in alcune frazioni di Isola del Gran Sasso (località Cerchiara, San Pietro, Colliberti – San Massimo, Trignano, Casale San Nicola e a Chiarino di Tossicia).

I nuovi sei sono stati acquistati grazie al contributo del Consorzio Bim e saranno installati in altre frazioni di Isola del Gran Sasso (località di Forca di Valle, Fano a Corno e Capsano) e nelle frazioni dei comuni di Tossicia, Castelli, Castel Castagna e Colledara.

Come nella prima fase del progetto, anche in questo caso i cittadini verranno invitati ad incontri formativi, a cura della Croce Bianca di Isola.

Un progetto da completare entro il 2020

“Al termine del progetto che stimiamo di completare a fine 2020 – ha dichiarato Lorella Di Giuseppe, componente del direttivo dell’associazione “Genius Loci” – ci sarà la messa in rete con la Centrale Operativa del 118 provinciale, con la comunicazione dell’esatta ubicazione dei dispositivi geolocalizzati e dei nominativi e recapiti dei cittadini abilitati al loro utilizzo.

Per la copertura delle varie aree della zona montana ringraziamo il Consorzio Bim che ha sposato in pieno gli obiettivi di questo progetto, che nella sua prima fase è stato realizzato grazie all’aiuto prezioso delle associazioni locali di Isola: “Le Tre Porte”, “Tarus”, “Sotto un Ponte” , la Croce Bianca di Isola, l’Unitalsi e Protezione civile “Isola Emergenze”, Lions Club Valle Siciliana, le proloco Insula 2.0, San Massimo, Cerchiara e Chiarino, attraverso l’organizzazione di vari eventi benefici quali cene, partite, lotterie e altri. Ringraziamo tutti i volontari che hanno messo il cuore in questo progetto, in particolare Bruno Pagliarani di “Genius Loci” che ne è stato l’anima”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close