• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Crollati due campanili di roccia in Dolomiti

Nella giornata di martedì 6 agosto due campanili di roccia sono crollati sulle Dolomiti dell’Alto Veneto. Il distacco si è verificato attorno alle ore 11.15 sul monte Franza in Val Visdende, nel bellunese.

Il boato e la ingente nube di polvere sollevata dalla frana hanno determinato un immediato intervento del soccorso alpino, per verificare che non fossero state coinvolte persone. Fortunatamente nessun ferito, solo danni al territorio. Il sentiero 135 che conduce in Val Popera è stato infatti interrotto.

Un evento che colpisce una vallata dolomitica già pesantemente ferita dalla tempesta Vaia dello scorso ottobre. Una delle poche oasi naturalistiche ancora preservate dal turismo di massa, che per anni ha richiamato appassionati di trek e mountain bike. La forza del vento che si è abbattuto sulla valle il 29 ottobre aveva causato, come nel resto dei boschi del bellunese, l’abbattimento di intere foreste.

Uno dei pochi residenti nella valle, Gerry de Zolt, aveva realizzato pochi giorni dopo un video, sorvolando la Val Visdende con un drone. Una ripresa drammatica, in volo sui boschi distrutti, e i grandi alberi schiantati a terra come spighe di grano.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Mi domando se vengono monitorati i campanili frequentati.La Gusela
    del Vescovà , gruppo Schiara , sembra di sì a cura Università di Padova. La Torre di Pisa e di campanili del Latemar ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.