• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Itinerari, Primo Piano

Due itinerari per scoprire la Val Rendena – Speciale Outdoor Estate

Camminate in famiglia, trekking, salite alpinistiche, adrenaliniche gite in mountain bike. È questa l’estate che propone lo speciale Outdoor disponibile in allegato al numero 99 di Meridiani Montagne. Sette località per sette avventure da vivere all’insegna della fresca aria di montagna. Proseguiamo il nostro racconto con due trekking sulle montagne di Pinzolo, Madonna di Campiglio e Val Rendena.

Trekking

Orti_della_Regina

 

 

Orti della Regina

Località: Dolomiti di Brenta
Partenza: passo Grostè [2100 m]
Arrivo: rifugio Graffer [2261 m]
Dislivello: 118 m
Durata: 2 h
Lunghezza: 4,6 km
Difficoltà: facile
Informazioni: www.campigliodolomiti.it

Descrizione: escursione su ghiaioni e roccette ai piedi della Pietra Grande. Il sentiero, panoramico e di elevato interesse geologico e botanico, conduce agli Orti della Regina, una terrazza tra le più suggestive del Gruppo del Brenta. Famosa perché vi si trovano alcuni massi tempestati di fossili marini, oltre a una ricca varietà di flora alpina. Secondo un’antica leggenda una regina e il suo seguito si rifugiarono qui portandovi fiori ed erba cipollina. L’escursione, un tempo meta prediletta della principessa Sissi, inizia al Passo Grostè (raggiungibile in telecabina). Da qui si segue in discesa la strada sterrata ai piedi del massiccio della Pietra Grande. Superato il rifugio Graffer si svolta a destra, si costeggia il ghiaione e si risalgono facili roccette. Si raggiunge così la terrazza erbosa degli Orti della Regina. Si rientra percorrendo lo stesso sentiero fino al rifugio Graffer, per poi scendere a Campo Carlo Magno in cabinovia o a piedi.

 

Trekking

Lago San Giuliano

 

Laghi di San Giuliani e Garzonè

Località: Adamello Presanella
Partenza: Malga Campo
Arrivo: Malga Campo
Dislivello: 510 m
Durata: 6 h
Lunghezza: 11,1 km
Difficoltà: media
Informazioni: www.campigliodolomiti.it

Descrizione: da malga Campo si imbocca il sentiero no 230 per poi attraversare in quota il versante in destra orografica della Val di Genova fino alla valletta da cui si raggiungono i pascoli di malga San Giuliano. Dopo breve discesa si prosegue fino all’omonimo lago, alla chiesetta e al rifugio. Poco distante si trova il lago Garzonè. Si continua quindi in salita, seguendo il segnavia no 221, fino alla “Bocchetta dell’Acqua Fredda” o “Passo San Giuliano” da dove si possono ammirare le Dolomiti di Brenta. Qui giunti si scende con ampie curve una valletta per giungere prima al Lago di Vacarsa e poi a malga Campostril. Superata la malga si mantiene lo stesso segnavia in direzione Caderzone Terme e dopo pochi minuti si svolta a sinistra verso località “Pozza delle Vacche” da cui si ritrova la strada forestale che porta a malga Campo.

 

Scopri altri itinerari sullo Speciale Outdoor Estate …

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.