• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, News

Tra Liguria e Valle d’Aosta nascono gli itinerari tra mare e montagna

valle d'aosta, liguria, accordo turistico, focaccia genoveseLa focaccia genovese ricoperta di fontina valdostana diventata simbolo dell’accordo di collaborazione sancito tra la Valle d’Aosta e la Liguria – Foto FB @Laurent Viérin

Vacanze al mare o in montagna? Una scelta cui le regioni Valle d’Aosta e Liguria hanno voluto fornire una alternativa: itinerari tra mare e montagna.

L’accordo per lo sviluppo di una sinergia turistica tra le due regioni e, nello specifico, tra le località di Courmayeur (AO) e Portofino (GE), è stato siglato negli scorsi giorni dagli assessori regionali al Turismo e Beni culturali Laurent Viérin per la Valle d’Aosta e Gianni Berrino per la Liguria, alla presenza del sindaco di Portofino Matteo Viacava e di Courmayeur Stefano Miserocchi. Come esempio di una prima sinergia non poteva mancare una focaccia genovese con la fontina valdostana.

Si tratta di un atto che va a sancire in via ufficiale quella che è una collaborazione all’attivo da anni, che nel passato ha portato già a sottoscrivere un gemellaggio tra il Monte Rosa e il Cristo degli Abissi, la statua bronzea posta nel 1954 sul fondale della Baia di San Fruttuoso (GE), tra Camogli e Portofino. La voglia di unire le forze per promuovere un turismo a tutto tondo ha portato Valle d’Aosta e Liguria a partecipare come partner al progetto M.I.T.O. (modello integrato per il turismo outdoor), che con tale accordo avrà modo di prendere ufficialmente il via.

Come sottolineato dal Sindaco Viacava, per la città di Portofino si tratta di un traguardo ma anche di un punto di partenza, meglio dire di “ripartenza”. La località è infatti stata oggetto lo scorso ottobre di una violenta mareggiata che ne ha causato l’isolamento, per interruzione dell’unica strada di accesso. Un evento che, come nel caso della tempesta Vaia sulle montagne del bellunese, ha inciso negativamente sul mercato turistico. Proporre nuovi itinerari, condividere vetrine turistiche, aiuterà di certo i territori danneggiati a ripartire dopo questa pausa forzata.

“Il nostro mare più vicino si unisce alle loro montagne più amate – ha commentato l’assessore Viérin -. Il settore turistico nella sua più ampia accezione rappresenta un asset strategico per lo sviluppo dei rispettivi sistemi economici grazie allo straordinario patrimonio culturale delle due realtà e all’ampia offerta nei diversi settori dell’outdoor, dell’enogastronomia, dell’escursionismo e dei borghi e villaggi rurali”.

I dettagli dell’accordo

L’accordo sancito tra Valle d’Aosta e Liguria ha come finalità quella di fornire ai visitatori una offerta turistica completa, in cui non sia necessario scegliere tra mare e montagna ma si possa anzi godere di entrambi gli ambienti. Un progetto reso fattibile dalla vicinanza geografica tra due realtà che in termini turistici rappresentano due tipologie di destinazioni differenti ma complementari. Mettere in campo strategie condivise comporterà un miglioramento dell’offerta, con incremento dei flussi turistici e dello sviluppo dei territori.

In termini tecnici l’intesa appena sancita si definisce quale accordo di co-marketing che prevede un calendario di iniziative comuni, la promozione di una collaborazione tra i propri operatori turistici e la pianificazione e l’attuazione di azioni di promozione turistica, come la realizzazione di pacchetti vacanza “montagna-mare”. Gli itinerari offerti in tali pacchetti verranno definiti con il coinvolgimento degli operatori turistici e sportivi delle zone d’interesse, offrendo percorsi tematici che porteranno i turisti a scoprire i borghi, il loro ambiente ma anche l’enogastronomia locale. Viaggi alla scoperta delle eccellenze delle due regioni, che potranno essere realizzati in estate ma anche in inverno.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.