• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cultura, Film, Primo Piano

“Missing Link”. Un film d’animazione ambientato tra le vette himalayane

L’esplorazione delle pendici himalayane ha affascinato nel corso dei decenni molteplici registi e la filmografia di tal genere è davvero notevole. Ma vedere l’Himalaya come protagonista di un cartone animato è evento ben più raro.

Per questa ragione “Missing Link (2019, 95’), film d’animazione in stop-motion scritto e diretto dal regista Chris Butler, la cui uscita nelle sale cinematografiche è prevista per il 20 febbraio 2020, si prospetta unico nel suo genere.

La vicenda narrata è quella di Sir Lion Frost, un esploratore di creature mitiche impegnato nella ricerca della leggendaria valle di Shangri-La, nascosta da qualche parte lungo la catena dell’Himalaya. Ad accompagnarlo un simpatico bigfoot, chiamato “Mr Link”, che dopo aver vissuto a lungo da solo, desidera ricongiungersi con i suoi simili. I due troveranno aiuto nella ricerca in una vecchia amante di Sir Lion, Adelina, in possesso di una mappa segreta della catena montuosa. Saranno tanti gli ostacoli e i pericoli da affrontare per raggiungere il leggendario obiettivo.

Qualche aneddoto sulla versione originale in lingua inglese: a prestare la voce al protagonista Sir Frost è stato nientemeno che Hugh Jackman; per realizzare le scenografie del film è stata necessaria la costruzione di ben 110 set; il budget totale della produzione è stato di 100 milioni di dollari, mentre nella prima settimana di proiezione nelle sale americane sono stati incassati 5.8 milioni.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.