• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Primo Piano, Rubriche

“Presenze silenziose nelle montagne italiane”. A settembre si va a scuola con il diario del CAI

cai, diario, carnivori, lupi, orsi, educazione
La copertina del diario del CAI dedicato ai grandi carnivori

Le montagne italiane si stanno ripopolando dei loro antichi abitanti. Lupi, orsi bruni, linci e altri carnivori fanno nuovamente capolino nei boschi della Penisola. Un momento storico importante per chi ama l’ambiente e si è impegnato per decenni per la sua salvaguardia, come il Club Alpino Italiano.

Il ritorno dei carnivori sta suscitando al contempo qualche critica e perplessità in alcune località. Ne sono un esempio le recenti proposte avanzate in Trentino Alto-Adige di procedere a un abbattimento “per necessità” dei lupi, pericolosi per l’uomo e dannosi per le sue attività.

Spesso è la mancanza di conoscenza sul tema, sui comportamenti di tali specie e il loro rapporto con l’uomo a portare a preoccupazioni in merito alla loro crescente presenza.

E proprio per educare i più piccoli il Centro operativo editoriale e il Gruppo di lavoro grandi carnivori del Cai hanno realizzato un diario scolastico dal titolo “Presenze silenziose nelle montagne italiane”.

Ben 430 pagine contenenti 40 foto a colori, 7 cartine e 27 disegni realizzati da Massimo Vettorazzi.

Ogni mese da settembre a giugno è dedicato all’approfondimento di una tematica riguardante i grandi carnivori. Si spazia dalla storia delle specie, chiarendo i motivi della loro scomparsa nel passato così come del loro ritorno, all’etologia di ogni carnivoro e alle relazioni tra animale e uomo, identificando delle potenziali soluzioni strategiche per ridurre l’impatto degli animali selvatici sulle attività antropiche.

Si parla di riconoscimento delle tracce, di ruolo ecologico delle specie, delle normative vigenti e di come comportarsi in caso  di incontri nell’ambiente.

Al termine di ogni “mese di studio” ci sono dei test di verifica dell’apprendimento e uno spazio per eventuali note.
Chiamarlo diario è insomma quasi riduttivo. Accanto ai classici spazi in cui segnare l’orario delle lezioni, annotare i compiti a casa e gli avvisi dei docenti (nonché le note scolastiche) tanto spazio è dedicato alla lettura.

Destinatari sono nello specifico i ragazzi della scuola media ma anche della quinta elementare e delle superiori. Nulla vieta che anche gli adulti possano trarne giovamento.

Per acquistare il diario basta andare sul canale e-commerce store.cai.it.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Esperienza di gita di gruppo con ragazzi:le “presenze silenziose “vere se la dettero a gambe dato il chiasso avvertibile a chilometri di distanza che le aveva consigliate a ritirata.Solo un branco di camosci in discesa a balzi, si accorse del gruppo e fece retrofront risalendo un canalone in pochi secondi.. I giovani protestarono: vedendo le foto del depliant si erano illusi che camosci, caprioli, cervi, gatti selvatici e scoiattoli venissero a leccare le loro mani come nei documentari di Geo…osi mettesseroinposa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.