• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Rock

Mishka Ishi. A 13 anni chiude un 8C boulder e diventa la terza donna e la più giovane nella storia

boulder, Mishka Ishi, Giappone, record, arrampicataMiishka Ishi su Byaku-Dou – Foto @mishka.tamakko

Ha proprio ragione Adam Ondra quando, nei suoi video della serie Road to Tokyo, afferma che la nuova generazione di atleti di boulder sia animata da una dinamicità senza paragoni.

Ne è prova la giovane Mishka Ishi, tredicenne giapponese che ha chiuso un 8C boulder sul Monte Horai, in Giappone. Una via, la Byaku-dou, liberata nel 2003 da Dai Koyamada, che necessita di ben 25 movimenti.

Un risultato che porta Mishka su quello che potremmo definire il podio rosa degli 8C, considerando che prima di lei soltanto altre due donne sono riuscite nell’impresa: nel 2016 Ashima Shiraishi su Horizon in Giappone e lo scorso anno Kaddi Lehmann su Kriptos in Svizzera. Tra le tre Mishka è la più giovane, considerando che la Shiraishi ne aveva 14 di anni al tempo della salita del primo 8C femminile in assoluto.

È stato necessario un lungo studio della via per la giovane giapponese, 20 giorni per comprendere come risolvere quello che Ondra definirebbe un “problema creato dalla tracciatrice Madre Natura”.

Prima di lei Byaku-dou è stata ripetuta soltanto una volta, da Motochika Nagao nel 2015.

Ci aspettiamo grandi cose da questa piccola campionessa del boulder!

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.