AmbienteGreenNewsTurismo

Ice music Festival. Concerti in un igloo sul Presena con strumenti di ghiaccio

Sul ghiacciaio Presena a 2600 metri di quota, sopra il passo del Tonale in Val di Sole,  un enorme igloo è  stato trasformato in una sala da concerti per ospitare l’Ice Music Festival. Un evento da definirsi “da brivido”, considerando che i musicisti non solo suoneranno nel ghiaccio, ma utilizzeranno anche strumenti di ghiaccio. L’igloo è facilmente raggiungibile con la cabinovia che parte dal Passo del Tonale, dunque non è necessario essere abili sciatori per partecipare.

Sono previsti 4 concerti a settimana (il giovedì e il sabato) dal 5 gennaio al 30 marzo 2019. I  “’The bastard sons of Dioniso”, band trentina doc, ha fatto da apripista ai numerosi artisti italiani e internazionali che si avvicenderanno per far risuonare delle loro note la galleria ghiacciata, con una capienza massima di 200 persone.

Ogni giovedì sarà l’Ice Music Orchestra, composta da 6 musicisti locali, a intrattenere il pubblico con concerti di musica classica e folk, alle 15 e alle 16.30. I concerti del weekend, previsti alle 16 e alle 18, saranno invece dedicati alla musica jazz, pop e rock. Il 30 marzo è invece previsto un Ice Music Party conclusivo, con special guest il violoncellista e compositore siciliano Giovanni Sollima.

Ideatore dell’Ice Dome, questo straordinario teatro nel ghiaccio, è l’artista americano Tim Linhart che nel corso degli anni si è appassionato alla realizzazione di strumenti in ghiaccio, arrivando a proporli ai gestori degli impianti sciistici. Di sua produzione sono anche i sedici strumenti a disposizione dei musicisti durante i concerti, alla cui realizzazione sarà possibile assistere nel “laboratorio di ghiaccio”.

L’intera esperienza di Ice Music è ultraterrena” – dichiara Tim Linhart –Salire su una montagna di notte è già abbastanza avventuroso. Entrare in una sala concerto all’interno di un igloo è come entrare in una discoteca in paradiso: l’orchestra di ghiaccio e le mura scintillano e risplendono, irradiando i fluidi colori dell’arcobaleno”.

In merito alle sonorità fornite dai suoi strumenti aggiunge che “il ghiaccio è un materiale acustico inaspettatamente diverso. Il termine cristallino fornisce un’ottima descrizione del suono del ghiaccio: puro, trasparente e definito. Ciò che non ci si aspetta sono tutti i suoni profondi, armoniosi, delicati, caldi e intensi creati dal ghiaccio”.

Il Festival è promosso dal Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonalee Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Peio e Rabbi in collaborazione con Trentino Marketing.

Per maggiori informazioni clicca qui!

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close