• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News, Outdoor, Sport

Olimpiadi 2026. Ultimi aggiornamenti della candidatura di Milano-Cortina

olimpiadi 2026, Milano, Cortina, Dolomiti, dossier

Manca poco più di una settimana all’invio al CIO del dossier definitivo per la candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi del 2026.

Il 2 gennaio il vicesindaco di Cortina Luigi Alverà si è recato a Milano proprio per lavorare agli ultimi aggiornamenti, dopo l’entrata in gioco insieme a Lombardia e Veneto anche delle province di Trento e Bolzano, ufficializzata nelle scorse settimane. Una scelta, quella di inserire nella candidatura il territorio dolomitico, definita dal presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher come “un’occasione importante per valorizzare una zona unica al mondo dal punto di vista ambientale e paesaggistico, come confermato dalla tutela UNESCO”.

Stando alle dichiarazioni del sindaco di Cortina Giampietro Ghedina, nel dossier non sarà definita nello specifico la suddivisione delle gare di sci alpino tra le valli lombarde e quelle dell’area dolomitica di Veneto e Trentino Alto  Adige.

Ci terremo sul generico per verificare che cosa maturerà nel prossimo futuro” – dichiara Ghedina, aggiungendo che “fin dall’inizio la Valtellina, Bormio in particolare, insisteva per avere lo sci alpino; o, almeno, le gare maschili. Logica organizzativa vorrebbe – così dicono gli esperti – che la location fosse unica; e Cortina insiste in questa direzione, ma se qualche gara dovesse finire agli amici lombardi, nessun dramma”.

Insomma si è ancora lontani da un accordo tra le Regioni coinvolte, che potrebbe essere raggiunto a seguito degli appuntamenti che si svolgeranno nelle prossime settimane a Cortina, in occasione della Coppa del mondo femminile, e ad AnterSelva dove si disputerà la Coppa del Mondo di Biathlon.

Anche il vicepremier Matteo Salvini, negli scorsi giorni a Bormio per trascorrere le Festività, ha rilasciato una dichiarazione che sembra augurare una proficua collaborazione tra Lombardia e Veneto per l’organizzazione delle gare: “Quest’anno qui nella valle due vittorie incredibili che sono di buon auspicio per l’anno nuovo e anche per le Olimpiadi, che possono arrivare in Lombardia e Veneto; e daremo lezione di organizzazione a tutto il resto del mondo”.

Stando alle informazioni finora disponibili Cortina dovrebbe avere per certa l’assegnazione delle gare di bob, slittino, skeleton, curling e sci alpino femminile. Lo sci alpino maschile è invece ancora in trattativa. La Provincia di Bolzano potrebbe ospitare le gare di biathlon alla Sudtirol Arena di Anterselva. Alla Val di Fiemme potrebbe essere affidata la gestione di short track, pattinaggio in velocità all’Ice ring di Baselga di Piné, sci nordico al Centro del fondo di Tesero e salto con gli sci al trampolino Giuseppe Dal Ben di Predazzo.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.