News

Siglato il nuovo protocollo di intesa tra il Soccorso Alpino e il Servizio Valanghe

Il Servizio Valanghe Italiano ha dato ieri notizia di un nuovo protocollo di intesa stipulato tra la Sezione Nazionale del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologicoe l’Organo Tecnico Centrale Operativo del SVI, siglato ufficialmente da Maurizio Dellantonio (Presidente CNSAS) e Gabriele Stamegna (Presidente SVI). L’accordo chiarisce lo scopo dei due organi operanti nell’orbita del CAI e cerca di stabilire i termini della loro collaborazione, al fine di ottenere un più organizzato ed efficiente servizio di soccorso montano.

Le premesse dell’accordo sottolineano come il CAI, attraverso il SVI e il CNSAS, si occupi di attività nivo-valanghive, sia dal punto di vista dello studio e della formazione (a cura del primo), sia per quanto riguarda le procedure di soccorso nel territorio montano (prevalentemente delegato al secondo). Una collaborazione estesa dei due organi è quindi fortemente auspicata e incoraggiata, in quanto potrebbe fare la differenza in situazioni critiche, oltre che contribuire a diffondere l’informazione necessaria a prevenirle.

CAI, CNSAS, SVI, Soccorso Alpino
Il soccorso alpino all’opera, © CNSAS

Gli impegni che i due organi prendono nei rispettivi confronti e verso il CAI, con l’obbiettivo di migliorare il servizio di soccorso montano, sono quindi i seguenti: 

-Collaborare per la riduzione, gestione e prevenzione dei rischi da valanga nella pratica di attività in montagna, attraverso la programmazione e la gestione di iniziative comuni nei settori dello studio, della ricerca, dell’informazione e della formazione;

Promuovere ed organizzare congiuntamente iniziative di formazione rivolte al rispettivo personale operativo, per implementare sempre più il loro livello tecnico, condividendo le informazioni e le conoscenze relative alle più recenti evoluzioni in materia;

-Le parti individueranno di volta in volta, in base alle iniziative concordate, i rispettivi impegni e le correlate risorse economiche;

Viene istituita una commissione paritetica composta per lo SVI da Gabriele Stamegna e Umberto Biagiola (vice presidente SVI), per il CNSAS da Luca Franzese (Presidente Regionale Soccorso Alpino Calabria e Consigliere Nazionale CNSAS) e Giulio Frangioni (impiegato CNSAS), con il compito di organizzare e programmare attività condivise, che opererà su iniziativa dell’una o dell’altra parte in base alle progettualità proposte;

-Le iniziative, definite e concordate tra le parti, dovranno prevedere, di volta in volta, l’individuazione dei rispettivi impegni e le correlate risorse economiche da mettere a disposizione.

La speranza è che i due organi, attraverso le modalità descritte in questo accordo, collaborino efficacemente per migliorare un servizio di importanza fondamentale, quello del soccorso montano e della prevenzione del rischio valanghivo, dal quale ogni anno dipende la sicurezza di un gran numero di escursionisti e appassionati di montagna.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close