FilmNews

Oggi al Trento Film Festival: l’omaggio a Bruno Detassis e la consegna del Chiodo d’oro

Sarà il giorno di Bruno Detassis, protagonista di una serata-omaggio a dieci anni dalla sua scomparsa; spazio anche ai libri, con diverse presentazioni e un convegno sull’editoria di montagna; la consegna del “Chiodo d’oro”, appuntamento ormai tradizionale nell’ambito del festival ma anche una riflessione sulla viticoltura nelle “terre alte”, alla ricerca di un futuro di sostenibilità. E poi la proiezione, per la prima volta in Italia, della versione restaurata de “Il grande silenzio” di Sergio Corbucci in occasione del 50eimo anniversario. Sono questi alcuni degli eventi principali dell’ottava giornata del festival, oggi, giovedì 3 maggio, al 66. Trento Film Festival.

“Sulla via di Bruno Detassis”, la serata evento alle 21 sul palco dell’auditorium Santa Chiara, è un appuntamento attesissimo, dedicato al grande alpinista e uomo di montagna trentino a dieci anni dalla morte: una serata evento per ricordare valori antichi e raccontare le nuove generazioni sulla traccia dei pionieri. Molte le testimonianze, i racconti e le esperienze dei “nuovi protagonisti della montagna”, con l’omaggio del Coro della Sosat. Sul palco dell’Auditorium Santa Chiara si alterneranno i fratelli Tomas e Silvestro Franchini, Franco Nicolini, Manuel Bontempelli, Gianni Canale, Ida e Linda Parisi, Roberta Silva e le testimonianze di Sergio Martini, Ermanno Salvaterra, Maurizio Giarolli, Palma Baldo, Marco Furlani, Egidio Bonapace, Giuliano Giovannini, Giuliano Stenghel, Maurizio Giordani, Sergio Speranza, Adriano Dalpez, Jalla e Claudio Detassis. Conducono i giornalisti Fausta Slanzi e Andrea Selva. Con la partecipazione della coreografa e ballerina Seydi Rodriguez Gutierrez e il musicista Angel Ballester Veliz.

Oggi è anche una giornata dedicata all’editoria, con la presentazione di libri importanti, come “Push. Un’esperienza oltre il limite” di Tommy Caldwell, edito da Corbaccio. Alle 11.30 a MontagnaLibri il grande arrampicatore statunitense racconterà una storia vera di motivazione, resistenza e di trasformazione. 7 anni di tentativi, 19 giorni in parete, 1000 metri di granito verticale per un unico obiettivo: la Dawn Wall, la più grande, ripida, liscia parete di El Capitan.

Alle 21.15 spazio al grande cinema d’autore con la versione restaurata di un capolavoro del cinema western italiano, Il grande silenzio di Sergio Corbucci, proposto in versione restaurata in occasione del 50. anniversario. Corbucci con questo film ha realizzato una delle pellicole più belle del genere, affidandosi ad una narrazione stilizzata pregna di violenza e sangue che siinnesta nella visione pop dello “spaghetti” western: un vero e proprio film cult, citato anche da Quentin Tarantino come ispirazione per il suo “The Hateful Eight”.

Alle 16, presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro in via Garibaldi, nel corso seminario “Dove va l’editoria di montagna? Il ruolo del CAI”, il Presidente Generale del CAI, Vincenzo Torti, la vicepresidente Lorella Franceschini, il Direttore Editoriale Alessandro Giorgetta, la Coordinatrice Editoriale Anna Girardi, moderati da Linda Cottino, discuteranno delle strategie per sviluppare una nuova editoria, con l’obiettivo di divulgare presso la comunità nazionale e l’opinione pubblica il messaggio per una montagna patrimonio naturale e antropico da tutelare come valore collettivo.

Alle 18, presso la sala della Sosat di via Malpaga, tradizionale appuntamento di consegna del “Chiodo d’oro”, premio assegnato ad un alpinista trentino portatore di quei principi che sono stati alla base della nascita della Sosat.

La vite e il vino saranno protagonisti del seminario “Montagna al naturale. Riflessioni sul futuro sostenibile della viticoltura delle terre alte”, alle 18 a Palazzo Roccabruna: tra antichi saperi e nuove pratiche, il prof. Andrea Segrè (presidente della Fondazione E. Mach) e Stefano Pisoni, vignaiolo e contadino, dialogheranno sulle strategie per rendere davvero sostenibile la viticoltura in un ecosistema fragile come quello di montagna, tutelandone la biodiversità e salvaguardando la fertilità del suolo. Un seminario, moderato dal giornalista Pietro Bertanza e organizzato dal Consorzio Vignaioli del Trentino, che si chiuderà con una degustazione di un vino da agricoltura biodinamica e un vino da varietà resistenti.

Programma Cinema: cinema Modena e Supercinema Vittoria

Al cinema Modena (Sala 1) partenza al pomeriggio le repliche dei film Il club dei centenari e Argonauti (ore 15.15), Das versunkene Dorf (ore 17.15), Il mantello di San Martino e Niente sta scritto (ore 19.15).

Alle 21.15  nella sezione “Alp&Ism” in programma l’anteprima italiana di Viacruxis di Ignasi Lopez (Spagna, 2018), storia di Marcel e Andrezj, leggendaria coppia di alpinisti. ; Notes from the Wall di Siebe Vanhee  e Guillaume Lion (Belgio, 2017), un film potente e divertente che racconta la spedizione, nel febbraio 2017, di tre dei migliori scalatori belgi al mondo – Sean Villanueva O’Driscoll, Nicolas Favresse e Siebe Vanhee – su una delle vie più difficili della Patagonia, “El Regalo de Mwono”, una via di 1200 metri sul lato est della Torre Centrale delle Torres del Paine; infine La montagna di Ilio di Michela Coppari e Francesca Zannoni, che saranno presenti alla proiezione : ambientato nelle Dolomiti Bellunesi, racconta la storia di Ilio De Biasio, alpinista di Cencenighe Agordino, dei suoi fratelli e dei suoi amici. Una storia di esplorazione e amicizia, di avventura e amore viscerale per queste montagne.

In Sala 2 si comincia alle 15.15 con le repliche di Wonderful Losers: a Different World di Arunas Matelis, per proseguire alle 17.15 con Tierra del viento di Laura Belinky e Les Eternels di Piérre- Yves Vanderweed.

 Alle 19.15 nella sezione “Destinazione … Giappone” anteprima italiana di Trace of Breath di Haruka Komori, alla presenza della produttrice Emi Ueyama. Il film segue il proprietario di un’azienda di semi e piante a Rikuzentakata, nella prefettura di Iwate, mentre scrive i suoi pensieri e le sue osservazioni sullo tsunami del 2011 in inglese, lingua di cui è stato uno studente diligente per anni. La realizzazione del film è stata possibile solo grazie allo stretto legame creatosi tra la regista, che si trasferì a Rikuzentakata in seguito al grande terremoto e allo tsunami, e il protagonista.

La serata si chiude con la replica di La Saison du Silence di Tizian Büchi e Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori.

La programmazione della Sala 3 si apre alle 15.00 con le anteprime internazionali di Entre ciel et cimes di Jeremie Chenal, Julien Irilli e Nicolas Hairon (Francia, 2017), e di Envol vers les 8000 di Antoine Girard (Francia, 2017), proiezioni nell’ambito della Carte Blanche, alla presenza del consigliere tecnico della Coupe Icare Mireille Chiocca.

Alle 16.45 repliche di Histoire de Stefano (Depuis lors dit tetano) e Lorello e Brunello, alle 19 Résistance e Stella Polaris Ullorriarsuaq.

Alle 21.15 spazio al grande cinema d’autore con la versione restaurata di un capolavoro del cinema western italiano, Il grande silenzio di Sergio Corbucci, proposto in versione restaurata in occasione del 50. anniversario. Corbucci con questo film ha realizzato una delle pellicole più belle del genere, affidandosi ad una narrazione stilizzata pregna di violenza e sangue che siinnesta nella visione pop dello “spaghetti” western: un vero e proprio film cult, citato anche da Quentin Tarantino come ispirazione per il suo “The Hateful Eight”.

Tre repliche al Supercinema Vittoria: alle 17.00 Sos Baviera e Everest Green, alle 19.00 The Dawn Wall. Alle 21.00 invece anteprima di A Polar Year di Samuel Collardey (Francia, 2018). Famoso per il suo approccio documentario alla fiction, Samuel Collardey firma il suo quarto film dopo “The Apprentice” e “Tempete”. Il film nasce dalla storia vera di un villaggio che lottava ogni anno per trattenere il nuovo insegnante, poiché nessuno resisteva più di un anno scolastico alle difficili condizioni di vita. Una vera e propria immersione in un “anno polare” che vi farà sognare, ridere e piangere, nel cuore del Polo Nord.

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close