News

India, piste da sci ai piedi dell’Himalaya

immagine NEW DHELI, India – Si tratta di un progetto turistico da 300 milioni di dollari. E riguarda la valle di Kullu-Manali, nel nord dell’India.

Un consorzio di circa trenta investitori capitanato da Alfred Ford (pronipote del fondatore del noto gruppo automobilistico) ha in previsione di costruire una grande stazione di sport invernali in India, nella Valle degli Dei,  così chiamata in virtù delle numerose divinità che vi sono venerate.

Il progetto, denominato Himalayan Ski Village, si sviluppa tra i 2800 e i 4200 metri d’altitudine e prevede la realizzazione di piste da sci, alberghi e ville di lusso. Oltre che di un villaggio pedonale in alta quota dotato di ogni confort. Il tutto collegato da telecabine.
 
Se il progetto giungesse a buon fine, l’India avrebbe finalmente una stazione sciistica degna di questo nome. Fino ad oggi, infatti, praticare lo sci nel massiccio montuoso più grande del mondo, è un privilegio che solo pochi facoltosi possono permettersi.

Le ambizioni degli investitori stranieri si scontrano però con la cultura locale. La popolazione è infatti contraria all’idea di vedere le sue montagne trasformate in luoghi di svago per i turisti. D’altro canto, l’Himalayan Ski Village potrebbe portare ad un aumento dei posti di lavoro. E ad un incremento turistico, che garantirebbe uno sviluppo economico notevole.
 
Francesca Nava
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close