News

Neve a bassa quota su Alpi e Appennini

immagine

BERGAMO — Cinquanta centimetri di neve fresca in montagna, su Alpi e Appennini. Ma stavolta, sono imbiancate anche le colline e le valli. Da stanotte continua a nevicare sul Centro-Nord, dalle montagne liguri alle Dolomiti, fino all’Appennino e anche in bassa quota. Colpa dell’annunciata perturbazione proveniente dall’Atlantico, che è arrivata sull’Italia con particolare intensità e sta mettendo a "ferro e neve" tutta la Penisola con vento, pioggia, neve e mari in burrasca: e dappertutto spuntano allerta della Protezione civile.

La perturbazione, definita dal Meteogiornale "Depressione d’Islanda", ha investito prima la Sardegna e ieri sera ha raggiunto tutta l’Italia portando freddo, vento forte e precipitazioni a carattere nevoso fino a bassa quota, soprattutto in Lombardia.

Sondrio stamattina si è svegliata sotto una coltre di dieci centimetri e nevica ancora come in Valsassina e sulle Orobie, dove ha continuato per tutta la notte. Nevica, comunque, su tutte le Alpi dalla Liguria al Friuli, nonchè sull’Appennino. All’Abetone, nota località invernale toscana, sono scesi oltre 30 centimetri di neve e sta nevicando su tutto l’Appennino tosco-emiliano, dal modenese al monte Cimone.

Secondo quanto riferito da Planetski, il record di nevicate spetta a Bormio, dove la coltre nevosa è spessa quasi due metri. A Madesimo sfiora il metro, mentre Cervinia, Alagna e il Monte Rosa si aggirano intorno ai 50 centimetri che però stanno rapidamente crescendo. Il pericolo valanghe, visto che si prevede quasi mezzo metro di neve fresca nella maggior parte delle località di montagna, è in rialzo verso il grado 3, marcato.

La protezione civile ha raccomandato attenzione sulle autostrade: nei tratti collinari e montuosi, come tra Liguria e Piemonte e sull’Appennino, nevica molto fitto. Sul resto del territorio si stanno verificando piogge forti e ci sono mari in burrasca. L’allarme meteo, però, sembra sia limitato: secondo le previsioni già nel pomeriggio il tempo inizierà a migliorare dal Piemonte.

In questi giorni ha nevicato pesantemente non solo sulle Alpi ma anche sulle altre montagne euorpee come i Pirenei, per la gioia di tutti i gestori dei comprensori sciistici. Sembra, insomma, che finalmente l’inverno sia arrivato, spazzando via le preoccupazioni destate dalle calde temperature che persistevano fino a qualche giorno fa.

 

Sara Sottocornola 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close