News

Val d'Aosta, al via la sfida delle Reine

immagine

AOSTA — Le bovine di razza pezzata si fronteggiano alla "Bataille des Reines". Domenica 18 ottobre infatti, all’interno dell’arena Croix Noire all’ingresso della città di Aosta, si terrà uno degli spettacoli più tradizionali del folklore valdostano: lo scontro “non-violento” tra mucche che si fronteggiano fino al ritiro di una delle due.

E’ forse l’evento più famoso e singolare dell’antica tradizione valdostana. La “Bataille des Reines” risalirebbe infatti al XVII secolo, anche se per gli storici il primo torneo organizzato su base Regionale è stato organizzato nel 1859, nella Conca di Vertosan. Consiste in una sorta di scontro, oggi non violento, tra due bovine di razza locale: le mucche si fronteggiano fin tanto che una delle due retrocede e si dà per vinta.

Protagoniste dell’evento sono quindi le Reines, ovvero le "regine". Sono vacche selezionate appartenenti alle razza pezzata nelle varietà rodze, dal mantello più chiaro pezzato e il muso bianco, e neira, la più antica varietà delle Alpi, entrambe famose per la produzione di latte di alta qualità.

Nel 1958 l’Associazione Amis de Batailles de Reines ha rilanciato questa tradizione della battaglia, e da allora ogni anno si svolge il campionato. La sfida è costituita da 20 incontri eliminatori dislocati in diverse località della Valle d’Aosta, che si svolgono fra la primavera e l’autunno. Vi prendono parte solo bovine gravide di almeno tre mesi.

Domenica 18 ottobre dunque sarà la volta del gran finale. Nell’arena Croix Noire all’ingresso della città di Aosta verrà incoronata la Reina vincitrice, che riceverà il caratteristico campanaccio dal collare riccamente lavorato, il pennacchio colorato, applausi e notorietà.

Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close