• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Dalla val di Mello al Pakistan, la lunga via dei Ragni

La Kondus Valley in Pakistan. @treknature.com

Prima di esplorare l’ignoto (leggi Kondus Valley, Pakistan) i due ragni di Lecco Luca Schiera e Simone Pedeferri hanno deciso di partire dalla roccia di casa. E in questo caso, il granito (molto local), fatto di aderenze e fessure, per i due maglioni rossi si chiama Val di Mello. Qui a giugno, prima di imbarcarsi per il Pakistan, i due ragni hanno aperto una nuova via: L’Olandese Volante, 370 mt, con difficoltà sul 7c+/8a. Pedeferri ha commentato così la via: “Quasi tutta la via riprende le linee spittate da alcuni olandesi fra il 2000 e il 2001 in modo bizzaro e assurdo. L2, L3,L5, L7, L8 L9,L10  e L11 sono state richiodate per la libera”.

Intanto Luca Schiera ha fatto sapere qualche giorno fa su Facebook che lui, Simone e Federica Mingolla, sono arrivati in Pakistan il primo luglio e che si stanno recando in jeep fino all’ultimo paese abitato, Khorkondus, prima della Sherpi valley (zona Kondus/Saltoro). I due ragni hanno invitato anche la Mingolla che già l’estate scorsa nel mare di placche della via attraverso il Pesce aveva dimostrato il suo valore.

Luca Schiera e Simone Pedeferri su “Olandese volante” in Val di Mello.

Lo scopo della spedizione è quello di tentare di aprire una nuova via in libera sulle pareti che si affacciano sulla Kondus Valley. “Nessuno ha mai arrampicato in questa zona – ha fatto sapere Luca – in cui sono anche le più alte montagne della Terra non ancora salite. Se tutto andrà bene fra pochi giorni potremo mettere le mani sulla roccia di queste pareti”.

Lo stile della scalata in Pakistan sarà più leggero possibile, come ha fatto sapere in un’intervista ad UpClimbing la Mingolla: “Cercheremo di essere abbastanza puliti. Portiamo giusto una ventina di spit per le soste o fughe di emergenza. Niente trapano ma solo il pianta spit e poi chiodi, nuts e friends”Il tempo per esplorare sarà abbastanza avido per il trio che avrà solo una ventina di giorni di permesso per portare a termine l’impresa. Un mix di fast and clean, esplorazione e avventura. Il buon sangue dei Ragni non mente mai.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. “in modo bizzarro e assurdo” se la poteva risparmiare. Schiera comunque quante spedizioni ha già fatto?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.