Ambiente

Bruxelles, nasce la Casa delle energie rinnovabili

immagine

BRUXELLES — Bruxelles inaugura oggi la Casa delle Energie Rinnovabili, che sarà il quartier generale delle maggiori associazioni europee di energie rinnovabili. L’edificio è anche un modello da prendere ad esempio per constatare come queste energie, utilizzate ad esempio nei rifugi di montagna, sono applicabili concretamente all’edilizia.

Lo stabile, di duemila metri quadrati, risale al XIX secolo e fa parte del patrimonio belga posto sotto tutela. L’edificio è stato restaurato in sette mesi utilizzando le più avanzate tecnologie europee nel campo delle fonti rinnovabili, ottenendo un risparmio energetico stimato del 70 per cento. Il 15 per cento del costo totale della ristrutturazione è stato investito nel complesso sistema di utilizzazione delle fonti rinnovabili.

 
L’ideatore del progetto è stato il Principe Laurent del Belgio. A realizzarlo, 30 aziende di dieci paesi dell’Unione Europea, che continueranno ad aggiornare nel tempo le tecnologie utilizzate.
 
Durante l’inaugurazione, il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso ha auspicato il rapido sviluppo di una nuova strategia energetica europea. Il settore delle energie pulite avrebbe un fatturato di 15 miliardi di euro l’anno e offrirebbe lavoro a 300 mila persone, soddisfacendo l’8 per cento del fabbisogno energetico europeo.
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close