Alpinismo

Latok: ore cruciali per il salvataggio

immagine

updated ISLAMABAD, Pakistan — Sono ore cruciali per l’operazione di salvataggio dell’alpinista spagnolo. Dopo una ricognizione aerea, il reparto elicotteri dell’esercito pakistano sta dando fattiva collaborazione ai soccorritori e lcorsa contro il tempo per salvare Oscar Perez bloccato, a 6300 metri sul Latok II ormai da 10 giorni, continua a spron battuto.

Quest’oggi otto portatori d’alta quota hanno seguito l’alpinista americano Fabrizio Zangrilli che sta tentando di attrezzare la parete per raggiungere il colle (nella foto explorersweb.com) nelle cui vicinanze si dovrebbe trovare Perez. A questi si sono uniti anche altri alpiniti di nazionalità per ora imprecisata.

Il tempo per ora regge e dovrebbe farlo anche nelle prossime ore. Lo spagnolo Sebastian Alvaro sta organizzando tutta la logistica per un tentativo degli alpinisti giunti dalla Spagna con l’obiettivo di portare in salvo il loro connazionale bloccato lassù. Tutto il materiale per il tentativo è stato portato al campo base.

Alvaro è tornato a Skardu dopo una ricognizione aerea in cui ha cercato di localizzare Oscar Perez e ha cercato di mandarli un segnale di incoraggiamento. Qui si stanno preparando tutte le apparecchiature mediche che serviranno qualora Perez venisse recuperato e trasportato d’urgenza dagli elicotteri.

Vista la vastità della montagna, Alvaro non è riuscito a localizzare l’alpinista in difficoltà ma ha scattato una serie di foto che sta analizzando con molta attenzione. 

WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close