AmbienteNews

Piano Lupo, rinviato nuovamente il voto sull’abbattimento

Il Piano Lupo non sarà votato oggi, giovedì 23 febbraio, alla Conferenza Stato-Regioni a Roma, come era previsto. Il rinvio deriva probabilmente dal fatto che non è ancora avvenuto l’incontro fra il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e i presidenti delle Regioni per discutere del Piano, in particolare della misura più controversa, l’abbattimento controllato dei lupi.

La Conferenza Stato-Regioni inizialmente doveva approvare il Piano Lupo alla seduta del 2 febbraio, ma il voto era stato rinviato ad oggi a seguito delle proteste contro gli abbattimenti, per un riesame della questione chiesto da diverse Regioni a seguito anche delle numerose proteste. 

“Sta diventando la sagra della bufala. Leggo cose inenarrabili” ha dichiarato il ministro Galletti all’ANSA: “Non c’è nessuna riapertura della caccia. Anzi, questo è un Piano di tutela. Oggi siamo in condizioni drammatiche. Se non ci sono regole e non ci sono azioni da parte delle Regioni, la situazione diventa sì di una sostanziale apertura della caccia ai lupi”, dando spazio ad “assassinii” di questi animali. “Si leggano le 22 azioni” contenute nel Piano, osserva Galletti. “Allora – aggiunge – torniamo alla scienza e smettiamo di ragionare con le bugie, oppure con la malafede”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close