News

Parco del Pollino, vertici sotto accusa

immagine

ROTONDA, Potenza — Diciotto associazioni e movimenti lucani e calabresi hanno sottoscritto un documento congiunto che chiede la nomina di un nuovo presidente per il parco nazionale del Pollino.

Secondo un comunicato diffuso da Basilicata news, il Parco nazionale si troverebbe in grave condizione di degrado con (cito dal comunicato, n.d.r.) “strade di montagna asfaltate, recinzioni, spazzatura, rifugi di montagna abbandonati, servizi turistici inadeguati”. Per le associazioni locali la colpa di tale situazione sarebbe dell’amministrazione in carica. Per difendere il Parco, che rappresenta un una risorsa preziosa per la regione Calabria, hanno stilato un documento ufficiale con cui chiedono la nomina di un nuovo presidente.
Il Parco Nazionale Del Pollino è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. Il suo territorio interessa l’Appennino Meridionale Calabro-Lucano e spazia dal Tirreno allo Jonio, da Cozzo del Pellegrino a Serra Dolcedorme, dai Piani di Campolongo, di Novacco e di Lanzo, ai Piani del Pollino, dai fiumi Argentino e Abatemarco, alle gole del Lao e del Raganello, ai torrenti Peschiera e Frido. 
 
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close