• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Alpi, 14 feriti su volo Lufthansa

immagine

GINEVRA, Svizzera — Quattordici feriti e scene di panico sul volo Lufthansa che nel weekend doveva collegare Francoforte a Lisbona. Il velivolo è stato soggetto a violente turbolenze nei cieli che sovrastano le Alpi ed è stato costretto ad un atterraggio di emergenza nella cittadina elvetica di Ginevra.

A vivere la brutta avventura, i 147 passeggeri dell’airbus A321 della nota compagnia aerea tedesca. Il velivolo ha incontrato forti e improvvise turbolenze sopra le Alpi, dove nel weekend si è registrato maltempo in molte zone. Durante i sobbalzi, particolarmente violenti, sono rimasti feriti 12 passeggeri che non indossavano la cintura di sicurezza e 2 membri dell’equipaggio che stavano servendo il pranzo.

Otto di loro, letteralmente volati dai sedili, hanno riportato ferite piuttosto serie, che hanno indotto il pilota ad effettuare un atterraggio di emergenza a Ginevra per consentire il loro ricovero in ospedale. Gli altri passeggeri hanno proseguito il viaggio per Lisbona su un altro aereo.

La notizia, circolata sulla stampa nei giorni scorsi, è stata confermata ieri dal portavoce portoghese della  Margarida Pereira-Muller, che si è affrettata a precisare che si tratta di "ferite lievi" e che l’incidente è dovuto al fatto che queste persone "non avevano le cinture si sicurezza allacciate, contrariamente a ciò che era stato raccomandato all’inizio del volo".

Pare però che, al momento della turbolenza, nessuno fosse stato avvertito del pericolo. A dirlo, nientemento che Jaime Gama, il presidente del parlamento portoghese, che rientrava dalla Cina con un gruppo di deputati.

"Il segnale luminoso non era acceso – ha detto Gama alla stampa portoghese -, tant’è che stavano servendo il pranzo. Comunque, molte persone avevano le loro cinture allacciate. Ma tutti hanno reagito in modo sereno".
 

Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.