• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Alto Adige: 1800 ungulati morti in inverno

immagine

BOLZANO — Le eccezionali nevicate dello scorso inverno hanno causato un pesante bilancio per la fauna che vive sulle montagne altoatesine. Sono infatti circa 1800 gli ungulati che abitano il territorio morti di fame e di stenti.

Il freddo e la mancanza di cibo sono le cause che hanno provocato il decesso di caprioli e cervi. Un bilancio che ammonta a circa 1800 esemplari morti, conseguenza delle eccezionali nevicate dell’inverno appena trascorso.
 
Secondo le stime dei 30 mila caprioli che abitano le montagne altoatesine, 1.500 non hanno superato l’inverno e ad essi si aggiungono 250 cervi morti per la fame e gli stenti.
 
Anche i boschi hanno sofferto le abbondanti nevicate. Ci sarebbero infatti 100mila metri cubi di legname schiantato dal peso della neve sui rami.
 
 
 
 
Foto courtesy of thedocisin.net
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.