News

Tonale: il freeride sul tavolo delle guide

immagine

PONTE DI LEGNO, Brescia — Il freeride: uno sport sempre più amato per il senso di libertà che regala, ma sempre più criticato per i rischi che comportano le discese fuoripista. Questo lo spinoso argomento sul tavolo delle Guide alpine lombarde, che hanno organizzao un workshop di tre giorni al Passo del Tonale per discutere del freeride con maestri di sci, gestori degli impianti e professionisti del settore.

"Vietato improvvisare". Questo lo spirito con il quale dovrebbero essere affrontate le discese fuoripista, e al quale è ispirato il workshop del Tonale. Una tre giorni che punta a chiarire che cosa sia di preciso il freeride, a trovare nuove soluzioni di sicurezza e autosoccorso, a presentare novità sui materiali.
 
L’incontro inizierà domani, 2 aprile, con una giornata dedicata alla sicurezza, e proseguirà con una giornata "tecnica" dedicata alla pratica del freeride sulle discese più celebri della zona, all’analisi dei movimenti, dei pendii, delle tecniche di discesa.

Sabato 4 aprile si parlerà degli aspetti didattici e metodologici sia nella formazione degli operatori del settore che nei più comuni programmi divulgativi e di insegnamento rivolti al pubblico amatoriale. In serata si parlerà, nello specifico, della gestione del freeride nei comprensori sciistici, affrontando anche gli spinosi problemi giuridici correlati. Domenica, si chiuderà con una giornata di freeride per tutti con la possibilità di testare materiali delle più note aziende del settore. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close