Alta montagna Arrampicata sportiva Mountainbike/Bici da Strada Trail running Trekking Via Ferrata

Materassino Ultralight

Sea to Summit

Dove lo abbiamo provato:

Traversata in bici in autonomia da Venezia a Berlino.

Durata della prova:

Venti giorni, in piena estate.

Condizioni meteo:

Condizioni meteo estive variabili, da caldo umido a fresco, con alcune giornate di pioggia.

Condizioni tecniche:

Abbiamo viaggiato in modalità bikepacking, quindi senza portapacchi ma con borse collegate al telaio. Lo spazio a disposizione si riduce ma la bici è più leggera ad agile. Abbiamo dormito prevalentemente in modalità bivacco, in totale autosufficienza, su terreni di sottobosco, di prato o ghiaiosi.

Attività di utilizzo:

Attività outdoor di più giorni in cui ci si trasporta in autonomia tutto il necessario (nella nostra esperienza si tratta di viaggi in bici, escursioni di più giorni, spedizioni alpinistiche, viaggi in kayak) e in cui le condizioni di temperatura non sono troppo rigide. Ovviamente è indicato anche se il carico è trasportato da mezzi al seguito, ma in quel caso la caratteristica della super compattezza e leggerezza è meno apprezzabile!

Aspetti tecnici da evidenziare:

Materassino termoisolante ad aria ultraleggero. Gonfiaggio meccanico (pompa non fornita) o soffiando con la bocca. L’interno ha un trattamento antimicrobico termosaldato che permette di evitare la proliferazione di batteri e la formazione di muffe. La Saldatura termoincollata elimina il fruscio della plastica e rinforza il materiale contro le forature. La gamma Ultra Light di Seat & Summit è una struttura monostrato a media risoluzione che la rende la più leggera tra Sea to Summit con il volume di pacco più piccolo, ma con la comodità delle celle di salto aria Sea to Summit. Nella tecnologia Air Jump Cells, invece di una tipica struttura di partizione, il tappetino è dotato di una costruzione saldata a punto di camere interconnesse che formano una matrice a grande superficie. Le camere funzionano come materassi a molle insacchettate, ciascuna camera si deforma in modo indipendente, consentendo al materasso di adattarsi alla forma del corpo.

Com’è andata la nostra prova?

Essendo materassini non auto-gonfianti, come altri modelli della StS, necessitano di alcuni minuti per portarli alla giusta pressione; allo scopo si utilizza il sacchetto contenitore Airstream-pumpsack che permette di insufflare aria a maggiore pressione rispetto alle normali capacità polmonari, evitando anche di immettere umidità all’interno. Si gonfia a bocca il sacchetto a tenuta d’aria e lo si comprime nella valvola multifunzione. Il comfort da sdraiati è risultato ottimo per entrambi, nonostante il diverso peso. L’isolamento dal terreno è più che sufficiente con i suoi 5cm di spessore, lo abbiamo testato positivamente anche in caso di forti piogge e ambiente molto umido all’interno della tenda. Dal momento che all’interno ha solo aria (camera unica) e non schiuma, quando ci si siede o si sta in ginocchio l’aria si sposta e si tocca il terreno, quindi molto comodi da distesi, un po’ meno da seduti o in ginocchio.

Suggerimenti:

Il suo pregio è di essere super compatto e super leggero. La valvola multifunzione unidirezionale permette il gonfiaggio, a bocca o con l’apposito sacchetto, garantendo pressione e tenuta. Sea to Summit propone una vasta gamma di materassini di diverso spessore e quindi peso e dimensioni; noi in questo viaggio estivo e con poco spazio a disposizione, abbiamo scelto il più leggero e piccolo da trasportare, ma, chiaramente in base al tipo di utilizzo, può risultare migliore un modello con una maggiore capacità di isolamento.

Chi ha recensito il prodotto:

Grazia Franzoni e Marco Berta, istruttori CAI.

 

 

Back to top button
Close