News

Polo Nord: già finita l'avventura Franco

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — E’ finita dopo un giorno e mezzo dalla partenza l’impresa di Christina Franco, esploratrice italiana che voleva attraversare l’Artico dal Canada al Polo Nord completamente in solitaria. A quanto pare, la defaillance sarebbe dell’attrezzatura: la Franco non riusciva a scaldare nè la tenda nè il cibo.

La Franco era partita martedì scorso, 3 marzo, dall’isola di Ward Hunt in Canada. Era intenzionata ad intascare la prima traversata femminile, in solitaria, dell’Artico. Avrebbe dovuto percorrere da sola 775 chilometri di ghiacci insidiosi, ma era pronta a tutto: a procedere con gli sci dove possibile, a piedi dove preferibile e perfino a nuoto, se necessario.

Invece, tutto è finito per un banale problema tecnico. "C’erano 50 gradi sottozero – ha raccontato la Franco -. E io non riuscivo a scaldare nè la tenda nè l’acqua per fare il cibo. Sostituire il materiale difettoso avrebbe richiesto più di una settimana e questo ritardo, con il calore primaverile, avrebbe messo a rischio l’intera traversata. Affrontare il viaggio in quelle condizioni era impossibile e quindi ho preso al volo un aereo che, per coincidenza, aveva portato alcuni esploratori al limite della banchisa polare proprio quel giorno".

E così, il 5 marzo la Franco era già sul volo di ritorno verso Londra, pronta però a mettere in cantiere un "piano B" nelle prossime settimane.

"Sto pensando di sciare attraverso l’Artico partendo dalla base russa Borneo – dice la Franco -. Vorrei arrivare al Polo nord geografico da lì, ci dovrei impiegare 3 settimane. Ritenterò la solitaria l’anno prossimo, intanto però l’importante è portare avanti il progetto di quest’anno, perchè sono coinvolti diversi partner e anche le scuole".

Con la spedizione al Polo, infatti, la Franco voleva anche sensibilizzare l’opinione pubblica verso i problemi climatici, il riscaldamento globale e in generale la protezione dell’ambiente.

La prima traversata femminile con gli sci dell’Artico è stata compiuta dalla svedese Tina Sjogren nel 2002, insieme al marito Thomas. Dopo di lei, ci riuscì anche la norvegese Cecilie Skog nel 2006. Nessuna, però, l’ha mai compiuta in solitaria.
 

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close