Turismo

Valseriana: passi avanti nella ciclabile

immagine
BERGAMO — Una pista ciclabile lunghissima, attraverso buona parte della Valseriana. Punta sul turismo ecologico la Bergamasca, per fare da supporto ad un’economia che segna il passo, almeno in questo distretto.  

Il progetto prevede un percorso per pedoni e biciclette che da Ranica arriva fino al Ponte del costone di Casnigo, correndo per un tratto molto consistente lungo il Serio.
 
Nelle ultime due settimane ruspe e scavatori hanno lavorato sul nuovo tratto che collega Cene con Fiorano al Serio. Qui è prevista una passerella in legno e cemento che scavalcherà il fiume. La struttura sarà costituita da due travi portanti in legno. Per sorreggerle sono previste due basi d’appoggio in cemento armato, ancorate alle roccia.
 
La passerella permetterà di dare continuità al percorso già esistente che da Cene va al Parco paleontologico, da questo raggiunte la Val Asinina, e da questa raggiunge Fiorano passando appunto sopra la passerella. Il percorso quindi toccherà la sponda destra del Serio, appena sotto la strada provinciale 35, e sbrucherà nelle vicinanze del cimitero di Fiorano.
 
I lavori per la realizzazione di questo tratto finale dureranno fino all’estate. Al termine degli interventi, la Valseriana potrà contare su una pista ciclabile che andrà da Ranica fino Clusone. In questo modo, una volta tolti i cantieri, si potranno percorrere una trentina di chilometri senza incappare in alcuna auto, lungo un unico parco fluviale con aree gioco per bambini ed aree picnic. Particolarmente suggestivo il tratto prima di Clusone che passa attraverso un bosco.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close