News

Val d’Aosta, 4000 persone isolate

immagine

AOSTA — Quindici comuni, per un totale di circa 4.000 persone, sono isolati da ieri pomeriggio in Val d’Aosta a causa della chiusura delle strade regionali e comunali, per il pericolo di valanghe. A Valsavaranche, Lillaz e La Nouva di Cogne manca anche l’elettricità. Una valanga è caduta a Gaby e la autorità attendono una schiarita per portare in elicottero generi di prima necessità alla popolazione.

Strade chiuse per la grande quantità di neve caduta nelle ultime ore o per pericolo valanghe. In Val d’Aosta sono ancora 15 i comuni isolati:  Cogne, Valsavarenche, Rhemes-Saint-Georges, Rhemes-Notre-Dame, Champorcher, Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinitè, Valgrisenche e alcune frazioni dei Comuni di Aymavilles, Chatillon, Gaby, La Thuile, Quart, Nus Fontainemore.
 
Senza elettricità poi i comuni di Lillaz e La Nouva di Cogne e Valsavaranche, dove mancano anche i collegamenti telefonici. La Protezione Civile monitora costantemente la situazione, si tiene in collegamento con la popolazione via radio e si prepara a spedizioni di soccorso per portare viveri e generi di prima necessità, come generatori e gasolio, non appena il cielo si rasserenerà il minimo per poter decollare con l’elicottero.
 
Ieri nel primo pomeriggio si è staccata una valanga nel territorio del comune di Gaby, in località Bounitzon. Nello stesso punto già nei giorni scorsi si era caduta un’altra slavina. Lo smottamento, di notevoli dimensioni ha creato una cumulo di circa sette metri di spessore sulla strada. Nessuna persona è stata coinvolta.
 
Per fortuna il peggio dovrebbe essere passato, e il tempo ora dovrebbe portare un respiro di sollievo. Per oggi pomeriggio è previsto infatti il tanto atteso rasserenamento, confermato anche per domani.
 
 
Valentina d’Angella
 
 
Foto courtesy of Aosta Sera – Elise Champvillair

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close