News

E l’Europa si ferma a memoria del Vajont

immagine

BRUXELLES, Belgio_ Un minuto di silenzio, seguito da racconti e filmati sulla tragedia del Vajont. Anche i parlamentari dell’Unione Europea, quest’oggi, hanno voluto commemorare le vittime della frana nella diga del Vajont, avvenuta esattamente 45 anni fa, il 9 ottobre 1963.

Erano le 22.39 quando, 45 anni fa, l’enorme frana del monte Toc si riversò nel lago artificiale del Vajont, provocando l’onda anomala che travolse Erto e Casso, uccidendo oltre duemila persone. Il disastro del Vajont, indelebile nella memoria italiana, oggi è stato commemorato dall’Europa intera a Bruxelles.

Mentre in sulle montagne friulane si svolgono numerosi eventi rievocativi, nella sede del Parlamento europeo si è osservata la "Giornata della memoria", promossa dai comuni di Erto, Casso e Vajont.

Dopo il minuto di raccoglimento, i sindaci hanno proiettato un filmato con immagini d’epoca, ricostruzioni tridimensionali della frana e racconti sulle difficoltà della ricostruzione. Dopodichè hanno presentato un libro con la storia dei due paesi prima e dopo il disastro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close