Cronaca

Scrittore arrestato con 9 chili di coca

immagine

VIPITENO, Bolzano — Operazione antidroga vicino al passo del Brennero, tra le montagne altotesine. Ieri la polizia italiana ha fermato al confine un noto scrittore albanese, Morava Zyhdi, trovato in possesso di quasi 9 chilogrammi di cocaina. Le autorità lo hanno denunciato per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti.

Protagonista della vicenda un noto scrittore albanese, il 62enne Morava Zyhdi, presidente dell’Unione scrittori albanesi. L’uomo è stato fermato nei pressi del Brennero con un quantitativo ingente di droga: 9 chili di cocaina suddivisi in 17 pacchetti.
 
Lo scrittore era partito dai Paesi Bassi con la droga per dirigersi in Italia, ma poi a Monaco di Baviera aveva avuto un incidente stradale. Così, il 62enne ha ripreso il viaggio con un carroattrezzi. Arrivato alla stazione di pedaggio di Vipiteno sulla A22, la polizia ha fermato il 62enne per un normale controllo dei documenti dei due veicoli.
 
Qualche domanda posta dagli agenti a Zyhdi e al conducente del camion hanno messo in allarme i poliziotti che non hanno potuto fare a meno di notare le risposte contradditorie dei due e l’agitazione dello scrittore. Così le forze dell’ordine hanno deciso di perquisire i due automezzi: nelle portiere dell’auto sono stati recuperati i 17 pacchetti di cocaina.
 
Ora l’uomo è stato arrestato e portato al carcere di Bolzano con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti. Lo scrittore, che ha al suo attivo 15 libri e diversi volumi di poesia, era già stato in prigione quando in Albania c’era ail potere  l’ex dittatore comunista Enver Hoxha. 
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close