Sport

Grigne: Jornet re delle skyrace

 
immagine

LECCO — Hanno tagliato il traguardo mano nella mano Kilian Jornet e il connazionale Jessed Gispert Hernandez, che ieri hanno battuto tutti al Trofeo Scaccabarozzi, gara finale del Buff Skyrunning World Series disputata sugli impervi sentieri delle Grigne. Grande performance, sulle montagne lecchesi, anche per Emanuela Brizio, che ha chiuso la skyrace in poco più di 5 ore e mezza, battendo di 26 minuti il record femminile precedente.

Emozioni a non finire, ieri sulle Grigne, per la finale mondiale di skyrace. I 418 atleti partiti da Pasturo ieri mattina, tra cui figuravano i maggiori atleti mondiali della disciplina, si sono battuti fino all’ultima goccia di sudore regalando agli spettatori una gara davvero memorabile.
 
Dopo 43 chilometri di saliscendi mozzafiato su Grigna e Grignetta, al traguardo sono apparsi i due atleti catalani perfettamente allineati. Solo grazie al fotofinish i giudici hanno assegnato la vittoria a Jornet, che già guidava la classifica mondiale e con questo risultato si è confermato vincitore del circuito vincitori del Buff Skyrunning World Series 2008.
 
“Lo Scaccabarozzi è lo Skyrunning; la federazione non poteva scegliere gara migliore per assegnare i titoli 2008 – ha commentato Jornet -. Oggi, forse le gambe erano ancora un po’ stanche per il Tour du Mont Blanc e in Grigna Jessed mi ha raggiunto. Si è poi pensato di proseguire insieme sino al traguardo”.
 
Al terzo posto del Trofeo Scaccabarozzi si è classificato un altro spagnolo, Tofol Castanyer, giunto al traguardo poco più di dieci minuti dopo.
 
Parlando al femminile, la gara è stata vinta dalla skyrunner piemontese Emanuela Brizio che ha messo dietro le temutissime Corinne Favre e Angela Mudge. La francese, grazie al piazzamento sul secondo gradino del podio, si aggiudica il titolo mondiale.
 
“Troppo bello – ha esclamato la Favre dopo la gara -. Le Grigne mi esaltano. Forse Angela non è abituata a simili percorsi e ha fatto un po’ più fatica del solito. Io invece ho stretto i denti all’inizio, ma poi sono andata benissimo”.
 
La mezza maratona è stata vinta dal russo Mikhail Mamleev, seguito da Michele Semperboni e Massimiliano Zanaboni. Mentre al femminile la vittoria è andata a Pierangela Baronchelli che ha tagliato il traguardo per prima davanti a Daniela Gilardi e Rossana Moré.
 
Sara Sottocornola
                                                                                                   
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close