News

Mostre: scopri le Alpi in Val di Susa

immagine

BARDONECCHIA, Torino — Si chiama "Alpi da scoprire" la nuova mostra interamente dedicata alle montagne piemontesi e in particolare ai luoghi della Val di Susa. Arte, paesaggio, architettura, sport e storia: insomma, le Alpi a 360 gradi. Questo il tema dell’esposizione, apertasi lo scorso 7 luglio e visitabile fino al 26 ottobre.

I luoghi della mostra sono tre, così come tre sono le tematiche approfondite e tre sono le ricorrenze che la manifestazione vuole celebrare. L’evento culturale è stato infatti realizzato in concomitanza di importanti anniversari: il 650esimo anno del Trittico del Rocciamelone, straordinaria opera d’arte fiamminga dedicata alla montagna del Rocciamelone e alla Val di Susa nel 1358. I 300 anni della conquista del Forte di Exilles e dell’Alta Valle di Susa strappata ai frnacesi dall’esercito sabaudo, e infine il centesimo anniversario dello Sci Club Bardonecchia.

 
L’arte è il cuore dell’esposizione di Susa: qui sono rappresentati infatti i grandi modelli artistici del basso Medioevo, gli aspetti della storia politico-religiosa e sociale dell’epoca, fino al fondamentale ruolo odierno delle Alpi come palestra per la formazione della coscenza civile e spirituale dei giovani.
 
Al forte di Exilles invece protagonista è il paesaggio alpino, la grandi montagne. Dettagliati grafici e strutture scientifiche illustreranno la bellezza della natura della Val di Susa e porteranno lo spettatore alla scoperta degli angoli più significativi, famosi e meno conosciuti.
 
Tema centrale della mostra di Bardonecchia è invece lo sport. Qui la mostra riflette sull’uso sportivo dell’ambiente alpino, sulla trasformazione architettonica e urbanistica che dal secolo scorso ha profondamnete mutato il paesaggio delle Alpi.
 
Le sedi della mostra sono il Museo Diocesano di Susa, il Forte di Exilles e il Palazzo delle Feste di Bardonecchia. Le esposizioni sono aperte dal 7 luglio e saranno visitabili fino al 26 ottobre. Il costo dell’ingresso è per tutti e tre i luoghi di 6 euro, 4 euro invece è il bilgietto ridotto. 
 
     
           
Valentina d’Angella
       
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close