Cronaca

Operaio ucciso da pala meccanica

immagine

COGNE, Aosta — Tragico indicente sul lavoro in un cantiere edile di Cogne, in Val d’Aosta. Un operaio di 34 anni è morto ieri pomeriggio travolto da una pala meccanica. L’uomo, un albanese residente ad Aosta, lascia la moglie e due bambini di 3 e 4 anni.

Il drammatico incidente si è verificato ieri, verso le 3 del pomeriggio in località Moline di Cogne, ai piedi del massiccio del Gran Paradiso. Tommor Xeka, albanese di 34 anni, si trovava al cantiere edile presso cui era impiegato da due anni.
 
Mentre eseguiva i lavori di armatura è stato travolto da una grossa pala meccanica. Alla guida del mezzo c’era Cesare Ottino Guichardaz, 77 anni, committente dei lavori eseguiti in quel momento dall’azienda.
 
Immediatamente è scattato l’allarme: gli uomini del 118, sopraggiunti in fretta sul luogo insieme ai carabinieri, non hanno potuto però fare altro che constatarne il decesso avvenuto sul colpo. Il giovane opeario albanese, in regola con i documenti, lascia la moglie e due figli piccoli di 3 e 4 anni.
 
Intanto l’Unità sanitaria locale e la procura di Cogne hanno aperto due inchieste per chiarire le dinamiche dei fatti. Al pm Luca Ceccanti incaricato del caso, Cesare Ottino Guichardaz dovrà spiegare perché fosse nel cantiere senza autorizzazione in quanto esterno e perché fosse alla guida del mezzo. L’uomo per ora avrebbe dichiarato che i freni della pala meccanica non avrebbero risposto e che avrebbe per questo perso il controllo del mezzo, travolgendo l’operaio che stava lavorando.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close