Cronaca

Giovane trovato morto sulla Majella

immagine

PACENTRO, L’Aquila — E’ stato ritrovato senza vita il giovane di Chieti disperso da tre giorni sul massiccio della Majella. Il 22enne si era allontanato da casa lo scorso sabato per andare ad arrampicare sul Monte Amaro, ma poi non aveva fatto più ritorno. Ieri il triste ritrovamento: il suo corpo esanime giaceva ai piedi di un traliccio.

Era uscito di casa verso le 13 di sabato scorso con l’idea di andare ad arrampicare sul Monte Amaro, 2793 metri, il più alto del massiccio della Majella. Da quel momento però si erano perse le sue tracce, perchè a casa non era più tornato. Protagonista del triste episodio un giovane di 22 anni, nato a Caracas e residente a Chieti.
 
Non appena la famiglia ha dato l’allarme sono partite le ricerche in un’azione congiunta del Corpo Forestale, dei Carabinieri e delle unità cinofile. Inizialmente i sopraluoghi sono stati eseguiti nella zona delle pareti rocciose che portano a Monte Amaro.
 
Lunedì sera però l’automobile del giovane era stata individuata dagli uomini del Corpo forestale presso Passo San Leonardo, tra l’Aquila e Pescara.  Infine ieri pomeriggio verso le 15 il tragico ritrovamento.
 
Il corpo del 22enne giaceva esanime sotto un traliccio nei pressi del paese di Pacentro, sull’Appennino abruzzese in provincia dell’Aquila. Gli inquirenti indagano ora per ricostruire la dinamica dei fatti: attualmente non si escludono alcune ipotesi, tra cui quella del suicidio.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close