News

Rainer: muore per salvare la moglie

immagine

LONGMIRE, Usa -– Ha protetto la moglie col suo corpo, scaldandola e riparandola dalla bufera. Sarebbe stato un ammirevole sacrificio d’amore quello di Eduard Burceag, 31enne alpinista americano morto nei giorni scorsi di ipotermia sulle pendici del Mount Rainer. E ora, negli Stati Uniti, è considerato un eroe.

Burceag, la moglie Mariana e l’amico Daniel Vlad sono stati sorpesi da una violenta e gelida bufera durante la discesa da Camp Muir, ad oltre tremila metri di quota. Hanno passato una notte all’addiaccio, perchè il maltempo intralciava i soccorsi, tentando di ripararsi nella neve. Solo dopo un’altra notte al bivacco di Camp Muir l’elicottero ha potuto salire a recuperarli, ma nel frattempo, Burceag era spirato per i gravi congelamenti.
 
"Ha sacrificato la sua vita per sua moglie – ha dichiarato David Gottlieb, capo delle squadre di soccorso del Mount Rainier -. I tre hanno scavato una buca nella neve: Eduard Burceag si è sdraiato sul fondo, la moglie sopra di lui e l’amico ancora sopra. La moglie e l’amico hanno tentato di convincerlo a spostarsi, dopo un po’, ma lui si è rifiutato".
 
"Era un eroe per noi – ha commentato il fratello, raggiunto in Romania dal Seattle Post -. Non dubito che si sia sacrificato per la moglie: sapeva bene che i loro bambini avevano troppo bisogno di lei. Ed erano le cose più importante della sua vita".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close