Scienza e tecnologia

Alpi: ghiacciai in arretramento?

immagine

MILANO — I ghiacciai stanno arretrando? Questa la domanda a cui cercheranno di rispondere gli scienziati riuniti al prossimo convegno internazionale che si terrà a Milano il 19 giugno. L’incontro, patrocinato dal Comitato EvK2Cnr che vedrà la partecipazione di ricercatori italiani e internazionali, che si confronteranno sui recenti studi di metereologia glaciale e climatologia d’alta quota. Ospite del convegno uno dei più grandi alpinisti internazionali, Reinhold Messner.

Inizierà nella mattinata di giovedì 19 giugno presso la Sala Polifunzionale Sanpellegrino Nestlé Water Italia  di Milano il Convegno Internazionale “Perché i ghiacciai arretrano? Una nuova frontiera nella ricerca scientifica: la meteorologia glaciale dai poli all’equatore”.
 
Il convegno sarà dedicato all’annosa questione dell’arretramento dei ghiacciai e alle nuove prospettive aperte dalla meteorologia glaciale. L’incontro ha l’obiettivo di mettere a fuoco le motivazioni dell’attuale fenomeno di regresso di questi sistemi ambientali, sottolinendone la particolare sensibilità agli effetti dei cambiamenti climatici in atto.
  
Il confronto è possibile grazie ai risultati delle ultime ricerche nell’ambito della meteorologia glaciale e climatologia di alta montagna dalle aree polari a quelle equatoriali, portati avanti da numerosi ricercatori di tutto il Mondo tra cui quelli del Comitato EvK2Cnr.
 
Dopo un primo momento di saluto alle autorità istituzionali verrà dato il via all’esposizione delle relazioni su diverse aree tematiche. Si discuterà delle possibili metodologie di sopravvivenza dei ghiacciai, della rete di AWS sopra i ghiacciai in Lombardia e dei cambiamenti climatici in Groenlandia e nelle zone dell’Himalaya e Karakorum. In questi ultimi due casi fondamentale si è rivelato il contributo apportato dalle rete Share, (Stations at High Altitude for Research on the Environment) progetto EvK2CNR, che in questa giornata di approfondimento verrà illustrato dal dott. Gianni Tartari, presidente del Consiglio scientifico del Comitato EvK2Cnr.
  
L’incontro, a cui parteciperà anche l’alpinista Rehinold Messner, dopo il resoconto, proseguirà con un dibattito e nel primo pomeriggio con la presentazione dei poster scientifici, tra cui quello realizzato dal Comitato EVK2Cnr che illustra il progetto SHARE Everest 2008 e l’installazione della stazione meteorologica più alta al mondo, quota 8.000 m s.l.m., avvenuta lo scorso 15 maggio e che andrà ad aggiungersi alla altre stazioni della rete SHARE.
   
L’organizzazione scientifica del convegno è stata portata avanti dai professori Claudio Smiraglia e di Guglielmina Diolaiuti, del dipartimento di Scienze della Terra "A. Desio" dell’Università degli Studi di Milano e del Comitato Glaciologico Italiano.
  
Il congresso si svolgerà sotto il patrocinio del Comitato EvK2Cnr, del Comitato Scientifico del Club Alpino Italiano, dell’Associazione Italiana di Geografia Fisica e Geomorfologia e infine dal Parco Nazionale dello Stelvio-Comitato di Gestione Regione Lombardia.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close