News

Al via la Granfondo Marco Pantani

immagine

APRICA, Sondrio — C’è grande attesa ad Aprica per la quarta edizione della Granfondo Marco Pantani. La gara che ricorda le gesta del "pirata nazionale" si svolgerà domenica 22 giugno. Al via ci saranno più di 3000 iscritti: quest’anno tutti rigorosamente in maglia verde.

E’ arrivata alla sua quarta edizione Granfondo Internazionale Marco Pantani ad Aprica, e anche per quest’anno si attende un pienone di pubblico e ciclisti. Sono infatti più di 3000 gli iscritti alla gara che attraverserà i passi alpini lombardi del Gavia, del Mortirolo, di Santa Cristina e dell’Aprica, il prossimo 22 giugno.
 
Come nelle edizioni precedenti, i corridori potranno scegliere tra tre percorsi di diversa lunghezza, tutti con partenza e arrivo ad Aprica: uno breve, uno medio e uno lungo. Il più corto quest’anno torna ai 65 chilometri eliminando l’andata e ritorno a Pontedilegno, e tenendo solo la salita diretta a Monno e al Mortirolo "facile".
 
Il medio e il lungo percorso invece, che si differenziano solo per il valico di Santa Cristina, affrontano anche le dure slaite del Gavia e del Mortirolo.
 
La quarta edizione della Gran Fondo Internazionale Marco Pantani è aperta a tutti gli amanti delle due ruote di età compresa tra 18 e 70 anni, tesserati e non, purchè in possesso di certificato medico di buona salute.
 
Cifra caratteristica della gara è sicuramente il "tocco di colore dei concorrenti": ogni anno infatti tutti i partecipanti indossano la stessa maglia, una che abbia avuto un significato particolare nella storia sportiva del Pirata.
 
Nell’edizione 2005 i ciclisti avevano corso in maglia gialla, nel 2006 in maglia rosa, mentre l’anno scorso 2007 con una maglia a pois rossi. Quest’anno invece vestiranno la divisa verde, quella da campione della montagna.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close