Cronaca

Escursionista soccorso in Val Brembana

Soccorso alpino Lombardia (foto archivio Cnsas Lombardia pagina facebook)
Soccorso alpino Lombardia (foto archivio Cnsas Lombardia pagina facebook)

BERGAMO – Un ragazzo di 24 anni di Bergamo è stato recuperato ieri sera in Val Brembana. Il giovane era con un gruppo di scout, quando è scivolato su ghiaccio e neve sul sentiero tra Moio De’ Calvi e Torcola, a circa 1300 metri di quota. L’allarme è scattato nel pomeriggio ma l’intervento si è concluso solo in serata.

La chiamata al Soccorso alpino è arrivata intorno alle 14.45 e una quindicina di tecnici volontari delle Stazioni di Valle Imagna e Valle Brembana si sono recati sul posto. I tecnici della VI Delegazione Orobica sono saliti a piedi per circa un’ora e mezza per raggiungerlo e date le condizioni meteorologiche e la scarsa visibilità dovuta al buio, hanno preferito non scendere da dove erano risaliti ma dal versante opposto, dalla parte del comune di Piazza Torre.

Hanno prima accompagnato il giovane a piedi, poi con la barella portantina fino al mezzo fuoristrada del Cnsas e infine all’ambulanza. L’operazione è terminata intorno alle 20:30: il giovane ha riportato una lussazione alla spalla.

La VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino è entrata in azione ieri altre due volte sulle montagne bergamasche. Il primo intervento si era svolto in mattinata per un falso allarme. Era stata segnalata infatti un’auto parcheggiata con i documenti in vista nel territorio del comune di Sedrina. La chiamata era giunta intorno alle 8:15 da parte dei carabinieri di Zogno. Un’unità cinofila e 15 tecnici delle Stazione di Valle Brembana e Valle Imagna si sono messi sulle tracce dell’uomo, sul posto anche i vigili del fuoco. L’uomo è stato ritrovato poco dopo in buone condizioni.

Il secondo intervento si è svolto nel primo pomeriggio, per il recupero di un cane di grossa taglia, del peso di circa 36 chilogrammi. L’animale, che si trovava sul sentiero nei pressi di Lizzola con il proprietario, un milanese, era scivolato per una trentina di metri nel torrente Bondione e si è fermato su una pozza ghiacciata, riuscendo però a rimanere a galla. Quattro tecnici della Stazione di Valbondione lo hanno raggiunto, imbragato con la pettorina e recuperato.

 

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close